La situazione dei vaccini per le squadre che partecipano agli Europei

La situazioni delle nazionali impegnate agli Europei per quanto riguarda la somministrazione dei vaccini.

Nelle ultime ore, il caso di positività di Sergio Busquets nella Spagna ha riacceso la polemica sul vaccino. Il programma anti covid della Uefa prevede la vaccinazione delle nazionali secondo le norme degli stati d’appartenenza. Qual è la situazione dei vaccini per le squadre che parteciperanno agli Europei?

La situazione dei vaccini per le squadre degli Europei

Per quanto riguarda la somministrazioni dei vaccini, ogni nazionale ha seguito le indicazioni previste dal proprio stato, che però delle volte hanno generato delle polemiche.

La Spagna

La nazionale spagnola è al centro dell’attenzione dopo la positività di Busquets e Llorente. La Federcalcio spagnola aveva infatti chiesto una linea preferenziale per i giocatori ma il ministero della salute l’ha negata. Alcuni sono riusciti però a vaccinarsi. Nonostante la negatività al tampone degli altri giocatori della rosa, per evitare un focolaio, si è deciso di far giocare l’Under 21 in amichevole contro la Lituania, al posto della nazionale maggiore.

La Francia

Il vaccino è consigliato ma non obbligatorio, infatti molti giocatori, come Mbappe, e membri dello staff si sono già sottoposti alla prima dose.

Olanda

Gli olandesi hanno avuto la possibilità di farsi il vaccino volontario, ma alcuni si sono rifiutati.

Svizzera

La federazione ha dato la possibilità ai giocatori di fare la prima dose una volta al raduno con la nazionale. La seconda sarà somministrata una volta finito l’europeo.

Petkovic ha ricevuto entrambe le dosi ed ha dichiarato che riuscire a vaccinare prima i giocatori era complicato perché i club non li volevano perdere per le controindicazioni.

Austria

Il medico della nazionale aveva sconsigliato il vaccino per i possibili effetti collaterali alle porte dell’Europeo. Molti giocatori sono già stati vaccinati sotto i loro club.

Italia

Il governo ha autorizzato a inizio maggio la vaccinazione per gli azzurri. I 28 giocatori sono stati poi sottoposti alla seconda dose tre settimane dopo.

Belgio

Per una decisione del governo, la squadra è stata vaccinata tra il 31 e il 2 giugno con Johnson&Johnson, quindi hanno preso una sola dose.

Polonia

Sia gli atleti delle olimpiadi che i giocatori della nazionale polacca hanno ricevuto la priorità per la vaccinazione, sempre per una decisione del governo.

Inghilterra

Southgate aveva sperato che si desse la priorità ai suoi calciatori per il rischio di contagio dovuto alle trasferte. Il governo ha continuato però a fornire delle dosi per fasce d’età. Molti giocatori non hanno voluto “saltare la fila” ed hanno rifiutato la loro dose.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Il protocollo anti covid agli Europei: dai tamponi ai vaccini

I migliori acquisti di calciomercato che ci sono stati dopo gli Europei

Leggi anche
Contents.media