Oliver Giroud: “Sono rimasto colpito da Tonali”

"Le qualità di Leao le conoscevo, le sue no".

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, Oliver Giroud ha dichiarato: “Mi considero una persona generosa e socievole, e anche come giocatore sono generoso. La mia abilità è finalizzare, non mi servono molte occasioni per fare gol. Però amo giocare con la squadra, sono un team player.

Champions? ​Ci dobbiamo credere, lo dice anche l’aritmetica. Abbiamo le qualità per fare bene, questa è una squadra ben progettata che farà strada e io punto a vincere tanto con il Milan. In città e allo stadio c’è un’atmosfera bellissima, quello che si è visto contro il Porto è il trailer del film che vivremo nel derby a San Siro”.

La squadra rossonera è in piena lotta per il titolo: “Perché non dovrei crederci? In campionato stiamo andando veramente bene, giochiamo un buon calcio e abbiamo molte diverse possibilità. Siamo una squadra giovane che crescerà in fretta: conoscevo le qualità di Leao, ma il suo talento visto da vicino è veramente incredibile.

Non conoscevo invece Tonali, che mi ha impressionato per volume di gioco e qualità. E poi ci sono ragazzi come Gabbia e Daniel Maldini che diventeranno grandi in fretta”.

Domenica sera la banda di Pioli sarà impegnata nel derby: “Lautaro è pericoloso ma l’Inter ha tanti giocatori di alto livello e il collettivo è molto buono.

Però abbiamo il destino nelle nostre mani. Se facciamo quello che sappiamo fare, possiamo vincere”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Pippen: “The Last Dance glorifica lui e non valorizza noi”

Torino, contro lo Spezia senza Dennis Praet

Leggi anche
Contents.media