Parità di genere alle Olimpiadi di Tokyo 2020: il nuovo giuramento

Quelle di Tokyo, saranno primi Giochi Olimpici all'insegna della parità di genere e ci sarà un nuovo giuramento inclusivo.

In occasione della cerimonia d’apertura della XXXII edizione dei Giochi Olimpici, prevista per il 23 di questo mese, si assisterà ad un’importante novità per quanto riguarda il giuramento inaugurale. Parità di genere alle Olimpiadi di Tokyo 2020: il nuovo giuramento.

Il nuovo giuramento alle Olimpiadi di Tokyo 2020

Come da tradizione, prima che i Giochi Olimpici possano prendere il via, i tifosi di tutto il mondo assisteranno al giuramento inaugurale delle Olimpiadi. In vista di Tokyo 2020, tuttavia, a dedicarsi a tale pratica non saranno più tre persone, bensì sei. Un cambio di rotta, quest’ultimo, dettato dall’esigenza di promuovere ovunque l’inclusione e la parità di genere.

A pronunciare il giuramento, nello specifico, saranno due atleti, due allenatori e due giudici.

Uno per sesso, rigorosamente. L’istanza inclusiva, in occasione delle Olimpiadi di Tokyo, verrà estesa anche al numero totale di atleti partecipanti. Consultando le liste degli sportivi che vi prenderanno parte, infatti, risulta che circa il 49% di essi saranno di sesso femminile. Un altro, importantissimo passo verso la parità di genere!

L’importanza dell’inclusione

La decisione di modificare il numero di partecipanti al giuramento inaugurale è stata caldamente promossa dal Comitato Olimpico.

Infatti, come ha dichiarato la stessa presidente della Commissione atleti del CIO, Kirsty Coventry:

Noi olimpionici siamo modelli e ambasciatori. Siamo uniti nel mandare al mondo un potente messaggio di uguaglianza, inclusione, solidarietà e rispetto.

Sul sito ufficiale del Comitato Olimpico, inoltre, il concetto viene ribadito con un vigore ancora maggiore:

L’equilibrio di genere è solo una delle tante decisioni e impegni del CIO e del Comitato Organizzatore per promuovere le donne nello sport a tutti i livelli e in tutte le strutture, come indicato nella Carta Olimpica.

Il testo del giuramento

A partire dalle Olimpiadi di Anversa del 1920 – occasione nella quale gli atleti giurarono per la prima volta -, il testo del giuramento ha subito più di una modifica. In vista dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020, il contenuto del giuramento sarà il seguente:

Promettiamo di prendere parte a questi Giochi Olimpici, nel rispetto delle regole e nello spirito di fair play, inclusione ed uguaglianza. Insieme siamo solidali e ci impegniamo nello sport senza doping, senza imbrogli, senza alcuna forma di discriminazione. Lo facciamo per l’onore delle nostre squadre, nel rispetto dei Principi Fondamentali dell’Olimpismo e per rendere il mondo un posto migliore attraverso lo sport.

Insomma, uguaglianza, parità di genere e inclusione saranno gli imperativi categorici delle prossimi Olimpiadi di Tokyo. Un concetto, quest’ultimo, che il Comitato Olimpico si è sentito in dovere di rimarcare ancora una volta nel corso di una conferenza stampa. Queste, per inciso, le parole con le quali è stato motivato il ricorso ad una nuova tipologia di giuramento:

[il nuovo giuramento inclusivo] è solo una delle numerose decisioni e dei numerosi impegni del Comitato olimpico internazionale per sostenere le donne nello sport a ogni livello e in ogni struttura.

Le Olimpiadi di Tokyo 2020, seppur sprovviste di tifosi sugli spalti a causa del Covid-19, saranno ciononostante estremamente inclusive. Anche in questo caso, come sempre del resto, la medaglia (olimpica) ha dunque un’altra faccia. Una faccia sorridente che ci invita a capire, una volta per tutte, che siamo tutti uguali. Nello sport e non.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

I giocatori a parametro zero più preziosi di sempre: da Donnarumma a Calhanoglu

Boris Becker su Federer: “Non deve essere stato facile mentalmente”

Leggi anche
Contents.media