Juventus, l’agente di Alvaro Morata svela un retroscena

Juanma Lopez ha fatto chiarezza sulle tappe che hanno riportato lo spagnolo in bianconero.

“Morata è sempre stato la prima scelta della Juventus. E lui stesso sarebbe andato solo alla Juventus”. Parla chiaro Juanma Lopez, agente dell’attaccante spagnolo tornato in bianconero in coda al calciomercato estivo, dopo i dubbi espressi nelle scorse settimane dagli addetti ai lavori sul fatto che Morata fosse un ‘piano B’ della dirigenza.

Lopez ha parlato al portale ‘Gianlucadimarzio.com’, spiegando i retroscena che hanno portato il suo assistito a vestire la maglia della Juventus a quattro anni di distanza dal suo primo addio. “Il problema, almeno all’inizio, era che l’Atletico pretendeva solamente una cessione a titolo definitivo, non lo lasciava andare in nessun altro modo – ha affermato -. Verso la fine del mercato, però, si sono verificate una serie di circostanze per cui Suarez ha detto sì ai rojiblancos e Alvaro ha avuto il via libera per andare in prestito oneroso”.

Per il procuratore di Morata è stato decisivo il pressing non solo di Fabio Paratici, ma anche quello del presidente Andrea Agnelli: “Tanto Andrea quanto Fabio sono stati determinanti – ha rivelato -. Lo hanno chiamato, si sono parlati più volte. Tra loro c’era intesa già prima e c’è una grande intesa oggi, hanno un bel rapporto. Poi bisogna dire che il ds della Juve ha inciso molto nel percorso professionale di Alvaro perché già nel 2014 ha premuto molto per portarlo alla Juve”.

Ma la Juventus non è stata l’unica a cercare il bomber iberico: “Milan e Napoli ci hanno provato, ma senza successo – ha rivelato Lopez -. Se la Juventus lo riscatterà? Ne sono certo. Simeone? Non ha rimpianti per com’è andata, credo che l’Atletico abbia trovato in Luis Suarez uno dei migliori attaccanti in circolazione. Tutti contenti, insomma”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Il Milan avrà lo stadio più bello e moderno del mondo

Mick Schumacher parte con il piede giusto

Leggi anche
Contents.media