Vieri: “Juventus debole? Parole a vanvera”

L'ex attaccante della Juve in un'intervista al Corriere della Sera considera i torinesi ancora i più forti.

Christian Vieri in un’intervista al Corriere della Sera esalta la squadra di Andrea Pirlo, e non si dice per nulla d’accordo con chi la considera indebolita rispetto alle scorse stagioni: “Sento parlare di crisi, di centrocampo debole e altro.

La verità è che spesso si giudica a vanvera, come se si fosse al bar. Dopo nove scudetti consecutivi ci sta anche di faticare e magari di non vincere. Detto questo, la rosa della Juve resta la più forte: non vinci per caso 3-0 a Barcellona per intenderci”.

“E a proposito di Barça, da quanto tempo non va in finale di Champions? Eppure ha Messi… Insomma, parlando di Juve a me piace evidenziare come stiano rinnovando la squadra senza perdere in competitività.

Penso a De Ligt e Demiral l’anno scorso, poi Chiesa, Kulusevski, McKennie, Morata… Sta cambiando pelle ed è comunque la più forte”, assicura l’ex attaccante dei bianconeri.

Vieri si schiera anche dalla parte di Andrea Pirlo, che proprio sulla panchina bianconera ha esordito come allenatore: “Ci vuole tempo. Anche se in Italia non c’è pazienza. Per sua fortuna è alla Juve, dove sanno aspettare, programmare, investire. A me le idee di Andrea piacciono molto”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Rinnovo Inter-Lautaro, i dettagli del nuovo accordo

Maldini difende Ibrahimovic e contrattacca

Leggi anche
Contents.media