Juventus, Marchisio ‘assolve’ Pirlo: “Calo iniziato già prima”

Per l'ex centrocampista la stagione sarà fallimentare solo se mancherà l'approdo in Champions.

Anche se non dovesse arrivare lo scudetto, per Claudio Marchisio la stagione della Juventus non è interamente da buttare. Intervistato da ‘La Gazzetta dello Sport’, il Principino è realista e conferma l’Inter come principale favorita, soprattutto dopo il flop bianconero contro il Benevento.

“Ma anche senza quello stop sarebbe stato molto difficile – spiega l’ex centrocampista -. L’Inter ha una sicurezza interna di spogliatoio, anche quando soffre non prende gol. La Juve spazia da partite che domina solo se riesce a sbloccarle ad altre in cui va in difficoltà: manca equilibrio nel saper soffrire e poi fare male”.

Il problema dei bianconeri, per Marchisio, non nasce dall’attuale tecnico Andrea Pirlo: “Il calo della Juve è iniziato l’ultimo anno di Allegri – afferma -: in questa stagione rispetto alle due precedenti è mancato solo lo scudetto, ma in Champions per due anni ha rischiato di uscire agli ottavi.

Il tricolore ha nascosto una discesa lenta. Però è giusto andare avanti con Andrea. La Juve era già in calo come prestazioni e come qualità, ci sono giocatori forti che hanno esperienza ma bisogna ritrovare lo spirito Juve e l’amalgama”.

In ogni caso, l’ex calciatore di Juve e Nazionale non vuole sentir parlare di fallimento: “La stagione sarà fallimentare se non si va in Champions, per una questione economica e perché la Juve deve puntare sempre in alto – dice -.

Ma da tifoso dico: guardiamo anche che cosa ha fatto la squadra per 9 anni. Puntare il dito mi sembra troppo. Vincere non è mai scontato, la normalità per gli altri è vivere una stagione come quella attuale della Juve”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Bennacer: “Giochiamo per essere primi”

Diego Ulissi è pronto a tornare

Leggi anche
Contents.media