Zaniolo: “Italia, agli Europei sarò il tuo primo tifoso”

Il giocatore della Roma si sta riprendendo dopo l'infortunio al ginocchio.

Torna a parlare Nicolò Zaniolo. L’attaccante della Roma, ai box dopo il secondo infortunio al ginocchio, ha rilasciato un’intervista a SportWeek. Tra i temi affrontati il doppio infortunio al ginocchio, la mancata convocazione a Euro2020 e il suo futuro alla Roma, dove per la prima volta troverà in panchina lo Special One Jose Mourinho.

“Ho pianto dopo Olanda-Italia di Nations League, il 7 settembre 2020, la volta in cui mi sono rotto il crociato del ginocchio sinistro. Ma pur di giocare l’Europeo mi sarei rotto il ginocchio un’altra volta. Ero arrabbiato e mi chiedevo perché proprio a me”

“L’Italia viene prima di me.

Ho capito la scelta del mister. Gioca chi se l’è meritato sul campo. Io sono stato mesi davanti alla tv. E ora sarò il loro primo tifoso”.

Su Mourinho: “Siamo gasati, non vediamo l’ora di dimostrargli quanto valiamo. È un grande allenatore e ha vinto tanto, la penso come lui: bisogna sempre puntare al massimo. Anche se bisogna dar merito a Fonseca, per me è un onore essere allenato da lui, non vedo l’ora di rientrare e aiutare la squadra. Sono un fiume in piena, per fortuna tra un mese si ricomincia. Voglio correre, giocare e fare gol. Ovunque, ma mi trovo bene a destra. Ora spacco tutto, ma con la testa”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Al via i Campionati italiani paralimpici di scherma

Diogo Dalot, tempo di saluti: “Grazie Milan, ora sono più completo”