Juventus, Rabiot prepara la rivincita contro l’Inter

Il pensiero del francese sulla stagione appena conclusa.

Ai microfoni della Gazzetta dello Sport, Adrien Rabiot ha tirato le somme della stagione appena conclusa: “Il bicchiere è mezzo pieno perché abbiamo vinto due trofei e siamo qualificati per la Champions. E alla fine non era scontato. Ma è anche mezzo vuoto perché perdere lo scudetto ci pesa molto.

È stata una stagione complicata, abbiamo perso punti preziosi contro squadre sulla carta meno forti di noi”.

A farne le spese è stato Andrea Pirlo, che la società ha deciso di esonerare: “Non vanno dimenticate le difficoltà legate al Covid e al calendario infernale, una situazione non facile anche per un allenatore al debutto. Per questo non va sottovalutato il valore dei due trofei vinti. Con Pirlo c’era un bel rapporto. Ho sfruttato i suoi consigli per migliorare per esempio sulla posizione, sui movimenti per ricevere palla, sempre con uno o due tocchi.

Che poi sono le indicazioni principali di ciò che voleva vedere in campo. È una persona appassionata dal suo mestiere, molto legata alla Juventus, ci mette il cuore. E quando ci metti passione non c’è molto da rimproverarsi”.

Al posto del Maestro è tornato Massimiliano Allegri: “Due anni fa firmai anche perché sapevo che c’era lui in panchina. E’ un allenatore che con la Juve ha vinto tantissimo, arrivando due volte in finale di Champions.

E penso che in più abbia sfruttato questi due anni per osservare al meglio le evoluzioni del calcio. Immagino che arriverà con tanta voglia di far bene. Voglio tornare a vincere lo scudetto, abbiamo la qualità e la squadra per farlo. Voglio le coppe nazionali, a cominciare dalla Supercoppa contro l’Inter: l’occasione per impostare la nostra rivincita”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Nuovo indizio sul futuro di Sinisa Mihajlovic

Xhaka-Roma, la conferma del giocatore

Leggi anche
Contents.media