Inter prima nella Esports Reputation di FIFA 22

Inter saldamente al comando anche nel virtuale: nerazzurri che scavalcano il Milan al primo posto nell' Esports Reputation di FIFA 22. La classifica

L’Osservatorio Italiano Esports e KPI6 hanno presentato il quarto Esports Reputation Report. Il riferimento è al periodo ottobre-dicembre 2021, l’obiettivo è quello di tracciare la crescita della reputazione positiva di tutti gli operatori esportivi nel mondo italiano. Grazie all’impiego della tecnologia di intelligenza artificiale di KPI6, sono emersi dati molto importanti concretizzati mediante l’utilizzo dell’indice di crescita positiva (ICP): l’indicatore realizzato da KPI6 che valuta ina maniera congiunta il volume delle varie conversazioni, l’engagement rate e allo stesso tempo il sentiment score sui social.

Il popolare videogioco Fifa 22 rimane saldamente al comando in questa speciale classifica dei cinque migliori videogiochi, mettendo ancora una volta alle spalle Fortnite. La forza del titolo prodotto da EA Sports continua ad essere devastante, soprattutto grazie all’Ultimate Team, modalità competitiva del titolo calcistico che è utilizzabile online, di gran lunga la parte più giocata del simulatore calcistico.

Inter in vetta nell’Esports: la classifica rispecchia la realtà

Novità decisamente ghiotte, intanto, anche per quanto riguarda le squadre di Serie A. L’Inter, infatti, spodesta il Milan dalla vetta e lo spedisce al secondo posto. Grazie agli obiettivi raggiunti nel corso di questi mesi, dunque, i nerazzurri si prendono il primato della classifica.

“Il traguardo raggiunto – hanno spiegato i vertici interisti – rappresenta solo un punto di partenza, con l’obiettivo di mantenere la prima posizione anche per il 2022”.

Va molto male invece a tutte le squadre che si sono legate a Konami e quindi non sono presenti su FIFA 22 con divise e stemmi ufficiali.

Solo un quarto posto per la Juventus, seguita da Roma sesta e Napoli settima (anche se il club partenopeo risulta in FIFA con il merchandising originale). Ultimi posti della classifica occupati da Lazio e Atalanta. Le cinque squadre, oltre a non prendere parte alla prossima eSerie A, si sono ritrovati fare i conti con il flop di eFootball (lo storico PES), che lanciato in versione gratuita non ha convinto gli appassionati del settore.

Soffermandosi invece sulle organizzazioni relative a Esports è Qlash il team italiano più discusso. Al secondo posto nella speciale classifica troviamo Exeed che negli ultimi mesi ha lanciato una serie di nuovi progetti incentrati sull’intrattenimento. Mkers, Reply Totem e Macko Esports si piazzano invece dietro in classifica.

La squadra dell’Inter per la stagione in corso

All’inizio della stagione l’Inter aveva annunciato a tutti i propri sostenitori la squadra che sarebbe andata a comporre il team Esports per il 2021-22.

Per la stagione corrente il roster nerazzurro ha visto infatti la riconferma di Pedro Resende, vincitore lo scorso anno del trofeo eLibertadores e al suo secondo anno con il Club meneghino, il nuovo acquisto Victor “Tore” Dos Santos, arrivato direttamente dal Brasile, Manoel Neto, anche lui confermato per la seconda annata consecutiva, e l’italiano Fabio Marino. A completare l’equipe il team Giuseppe “Giustyle” Rovere con il diverso ruolo di content creator. L’Inter Esports, sempre per quanto riguarda la stagione in corso, è stata iscritta alla Global Series, nella eSerie A, eChampions League, eLibertadores, e nel percorso di selezioni per i team Nazionali di Italia e Brasile.

LEGGI ANCHE: Cosa sono gli Esports: tutto su questo nuovo sport

Scritto da Vincenzo Pennisi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Il possibile ritorno di Graziano Pellé in Serie A

Champions League, ottavi di finale: dove vederla in Tv

Leggi anche
Contents.media