Chi è Davide Manenti: carriera e vita privata dell’atleta

Alla scoperta del velocista Davide Manenti: il record ottenuto, le vittorie, la vita fuori dalla pista e le olimpiadi di Tokyo.

Andiamo alla scoperta di uno dei punti forti dell’atletica leggera italiana. Velocista, classe 1989, Davide è stato, tra le varie cose, campione italiano assoluto dei 200 m piani nel 2015.

Chi è Davide Manenti

Professione velocista, Davide Manenti è uno dei nomi più importanti dell’atletica leggera italiana.

Nato a Torino il 16 aprile del 1989, Davide mette in evidenza fin da piccolo la sua passione per la corsa, iniziando a praticare atletica leggera fin dal lontano 2002 all’età di 13 anni insieme agli amici. Manenti muove dunque i primi passi nella società torinese della Safatletica dove resta sino al 2008. L’anno seguente arriva invece il passaggio all’Atletica Piemonte e nello stesso anno viene reclutato dall’Aeronautica Militare, altra esperienza che inizia ad arricchire il curriculum dell’atleta.

Chi è Davide Manenti: carriera

Nel 2004 invece arriva il momento di assaggiare la vittoria per la prima volta e Davide Manenti vince il primo titolo italiano giovanile ai campionati cadetti, ottenendo l’oro sui 300 m ed anche contribuendo all’argento della staffetta svedese. L’atleta vince nel 2006 il suo primo titolo italiano sui 200 m con l’oro ai campionati italiani allievi. Nel 2007 Davide Manenti diviene vicecampione italiano di categoria sui 400 m indoor, mentre all’aperto termina quinto nei 200 m.

Passando al 2008, nel corso della stagione all’aperto il velocista vince la medaglia d’argento sui 200 m ai campionati italiani juniores e successivamente agli assoluti di Cagliari viene squalificato nelle batterie. Qualche amarezza Davide Manenti la raccoglie invece nel 2012. Il corridore prende parte alle Olimpiadi di Londra in Inghilterra con la staffetta 4×100 metri, non riuscendo però a centrare la finale. Sempre nel 2012 Manenti gareggia anche agli Europei di Helsinki in Finlandia, in quel caso fermandosi in semifinale sui 200 m.

Nel 2013 per Davide Manenti arriva un successo enorme, visto che nel 2018 l’atleta vince la medaglia d’oro ai Giochi del Mediterraneo di Mersin, in Turchia con la staffetta 4×100 m, insieme a Simone Collio e Michael Tumi, mentre arriva solo un settimo posto nei 200 m. Un’altra soddisfazione enorme per Davide Manenti arriva nell’anno 2015, che lo vede vincere il suo primo titolo assoluto individuale con l’oro sui 200 m a Torino nei Campionati Italiani assoluti, in quello che si può definire il suo successo più grande negli ultimi anni. Prossimamente vedremo Davide Manenti tra i protagonisti italiani dell’atletica leggera.

Chi è Davide Manenti: vita privata

Della vita privata di Davide Manenti non è dato sapersi molto. L’atleta, ha un profilo Instagram attivo e sul quale è solito postare contenuti riguardanti principalmente la sua vita sportiva, non mancano infatti scatti in cui è ripreso con amici e colleghi come Filippo Tortu e Fausto Desalu, tutti grandi atleti. L’account Instagram del velocista conta quasi 2mila follower e sicuramente questi numeri verranno incrementati con la sua partecipazione ai Giochi Olimpici di Tokyo, d’altronde parliamo di un atleta che regalerà sicuramente delle belle gioie al popolo italiano.

Scritto da Vincenzo Pennisi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Simone Alessio: “Felice di poter partire per un evento del genere”

Davide Cassani: “Il pericolo numero uno è il belga Van Aert”

Leggi anche
Contents.media