Paola Egonu: chi è e carriera

La fuoriclasse di Padova annuncia la pausa dalla Nazionale

Nonostante la giovane età Paola Egonu è già un simbolo immortale della Nazionale italiana di pallavolo, così come dell’Italia intera. Portabandiera alle ultime Olimpiadi a Tokyo, ha disputato il mondiale nell’autunno 2022 tra Polonia e Olanda nel quale la nostra nazionale è arrivata terza battendo gli USA nella finalina.

Sconfitte in semifinale contro il Brasile (unica squadra a battere l’Italia nell’intera competizione), le “Ragazze Terribili” del coach Mazzanti sono state bersagliate da pesanti critiche sui social, e la prima a farne le spese ovviamente è stata la fuoriclasse classe 1998.

Chi è Paola Egonu: biografia

Una situazione pesante, che ha portato la giovane campionessa sull’orlo del pianto dopo la fine del Mondiale e ha pesanti dichiarazioni nel post partita, prima confidate al proprio procuratore: “Non puoi capire, mi hanno chiesto anche perché fossi italiana.

Questa è la mia ultima partita in Nazionale, sono stanca. Non puoi capire” e poi confermate a Sky: “Sempre un onore portare la maglia azzurra, ma vorrei tanto avere un’estate libera per riposare la testa. Non voglio togliere merito o rispetto alle mie compagne ma quella presa di mira alla fine sono sempre io.

Vorrei avere la mente libera per staccare e potermi poi godere meglio tutto questo. Pensare di aver letto di gente che mi chiede perché sono italiana mi viene da chiedere perché rappresento persone del genere. ” Continua poi: “Io ci metto l’anima e il cuore senza mancare di rispetto a nessuno quindi fa male“.

Frasi dette sicuramente a caldo dalla fuoriclasse di Padova, che ha poi chiarito che la pausa, se ci sarà, sarà di una sola estate, ma a far riflettere dovrebbero essere le motivazioni che hanno portato una delle nostre giocatrici con più talento ad una scelta del genere.

Nata il 18 dicembre a Cittadella, provincia di Padova da genitori nigeriani. La pallavolo è fin da piccola la sua grande passione e grazie alle sue incredibili doti atletiche e tecniche passa rapidamente da giocare in B1, A2 e A1 con il Club Italia. Nel 2015 la prima convocazione con l’Under 18 italiana sa già di predestinata. 4 stagioni passate nel Club Italia (fucina di talenti per la nazionale) la formano, passa poi all’AGIL Novara, con il quale vince la Supercoppa Italiana nel 2017, due Coppe Italia e la Champions del 2018-19. Il passaggio all’l’Imoco Volley di Conegliano porta anche in questo caso successi non da poco: due Supercoppe Italia, il Campionato mondiale per club 2019 due Coppe Italia lo Scudetto 2020-2021 e la Champions League 2020-2021. Insomma a soli 23 anni la Egonu ha già un palmarès da prima della classe, soprattutto se unito a quanto raccolto con la Nazionale italiana: nel 2017 vince la medaglia d’argento al Word Grand Prix, nel 2018 un altro argento, questa volta al campionato mondiale. Nel 2019 un bronzo al campionato europeo, superato poi dalla vittoria della medaglia d’oro nel 2021, battuta in finale la Serbia. L’ultima medaglia conquistata è ancora quella di bronzo, questa volta ai mondiali del 2022 in Olanda.

Per la stagione 2022-23 Paola lascierà il campionato italiano per passare al VakifBank Istanbul, con l’italiano Guidetti come coach. Si tratta di un salto importante per la giovane stella, che approda nella società che si può definire come una sorta di Real Madrid del mondo della pallavolo.

Scritto da Gabriele Vecchia
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Europa League: le combinazioni per la qualificazione della Lazio

Coppa Italia 2022: quando inizia, calendario, tabellone

Leggi anche
Contentsads.com