A Cantù tocca a Piero Bucchi

L'Acqua San Bernardo ha deciso di affidarsi a lui dopo avere esonerato Cesare Pancotto.

A Cantù tocca a Piero Bucchi. L’Acqua San Bernardo ha deciso di affidarsi a lui dopo avere esonerato Cesare Pancotto.

La lunga e stimata carriera di Bucchi da capo allenatore inizia nel lontano 1996, alla guida del Basket Rimini, che allena sino al 1999, riportandolo in Serie A e raggiungendo una sorprendente qualificazione alla Coppa Korac.

Poi il già citato biennio vincente a Treviso, seguito da una breve esperienza in Polonia, a Breslavia. Nel novembre del 2001 il coach emiliano approda a Napoli, dove – da subentrato – centra subito la promozione in Serie A.

Dal 2002 al 2005 vive gli anni d’oro della Virtus Roma, guidando l’allora Lottomatica in Eurolega e allenando grandi campioni. Nel 2005 torna a Napoli dove partecipa nuovamente alla massima competizione europea. Quindi, la prestigiosa chiamata dell’Olimpia, società che allena da 2008 al 2011, centrando le Top 16 di Eurolega.

Dopo Milano arriva la tappa pugliese: per cinque stagioni, infatti, tra il 2011 e il 2016, è l’head coach di Brindisi, quinquennio che precede le esperienze alla VL Pesaro e alla Juvecaserta. Prima di approdare a Cantù allena di nuovo la Virtus Roma, la sua ultima squadra (2018-2020), conquistando un’altra promozione in Serie A.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Chi è Camila Giorgi: la storia della tennista tra successi e vita privata

Chi è Marta Bassino, la principessa dello sci italiano

Leggi anche
Contents.media