Chi è Camila Giorgi: la storia della tennista tra successi e vita privata

Camila Giorgi è uno dei talenti migliori del tennis italiano degli ultimi anni: scopriamo la sua carriera, il rapporto col padre e la sua vita privata.

Camila Giorgi è uno dei migliori talenti della scuola tennistica italiana del nuovo millennio. Scopriamo chi è, tra i successi in campo e una vita privata ricca di gossip.

Chi è Camila Giorgi: la carriera della tennista marchigiana

La campionessa Camila Giorgi è nata il 31 dicembre 1991, a Macerata.

Suo papà e allenatore, Sergio, è argentino e sua mamma, italianissima fashion designer, è Claudia Fullone. Camila ha tre fratelli: Leandro, Amadeus e Antonella. A 5 anni ha iniziato a muovere i primi passi sul campo da tennis, ed è stato amore a prima vista.

Nel 2005 inizia la sua carriera a livello juniores, passando successivamente a disputare tornei giovanili a livello internazionale. Nel 2011 arriva l’esordio a Wimbledon, che le permette di diventare la numero 240 al mondo.

La scalata in classifica non si ferma: nel 2012 ottiene l’accesso alla top100. Nel 2013, nonostante un infortunio, riesce ad arrivare fino agli ottavi degli Australian Open e a difendere la posizione in classifica. Nel 2015 riesce a entrare anche in top30, ma la crescita ha una brusca frenata a causa di infortuni e controversie con la FederTennis.

Il suo anno migliore rimane il 2018: i quarti di finale a Wimbledon, il secondo titolo WTA e il best ranking con la 26esima posizione.

Nel Grande Slam la campionessa ha guadagnato gli ottavi di finale a Wimbledon (2012) e agli US Open (2013). Trentesima nella classifica mondiale del (2015). Si è aggiudicata un torneo WTA nello stesso anno, battendo sul campo campionesse del calibro di Marija Šarapova, Viktoryja Azaranka, Caroline Wozniacki.

LEGGI ANCHE: Andre Agassi tutto sul tennista ribelle ,una storia di vittoria,sconfitte e riscatto .

giorgi

L’importanza di Sergio, papà e coach di Giorgia

Nel bene o nel male, il 55enne nativo di Buenos Aires, figlio di un emigrante di Perugia arrivato in Argentina a costruire barche, è uno dei personaggi più discussi del tennis italiano. Qualcuno lo applaude per aver aiutato Camila sua figlia a diventare una campionessa ,che l’ha portata in top30 del ranking mondiale pur non essendo un coach esperto. Altri ritengono che con le doti atletiche che la figlia si ritrova il risultato sia da considerarsi un mezzo fallimento e che la colpa sia soprattutto del padre. In un’intervista ha dichiarato:

Quando Camila ha iniziato a giocare a tennis , ho cercato per lei la miglior struttura e il miglior coach possibile per farla diventare una campionessa . Pensavo esistesse, invece non l’ho trovato.

Da qui la decisione del padre di prendersi cura della crescita sportiva della figlia, lasciando poco spazio ad altre figure, come capitato per un breve periodo con il tecnico Daniele Silvestre. Dopo diversi anni i due hanno deciso di allargare i membri dello staff, ingaggiando un preparatore atletico e una società di management, con l’obbiettivo di lavorare su un’immagine mai veramente promossa a dovere.

In questo momento è importante che collaborino con noi più persone. All’inizio non avevamo altra scelta, ma ora non possiamo fare tutto da soli: è giusto che ci sia un team con un preparatore fisico, un manager, mia moglie. Ognuno fa la sua parte.

Negli anni, Sergio il padre della campionessa ha spesso professato una certa antipatia verso la competizione della Fed Cup:

Camila non si sentiva a proprio agio nell’ambiente. È una persona molto sensibile e la sua serenità è fondamentale. In qualsiasi lavoro, se viene a mancare la tranquillità, è difficile andare avanti. Pensavamo che l’avrebbero trattata molto meglio, come qualsiasi altra giocatrice.

Nel 2016 la mancata risposta alla convocazione per lo spareggio contro la Spagna le causò la rottura con la FIT e la mancata partecipazione alle Olimpiadi di Rio.

giorgi 2016

Con la caduta al 75esimo posto in classifica e un solo titolo all’attivo, il padre ammise le sue colpe, pur non dicendosi pentito. A condizionare la Giorgia fu sicuramente il grande lutto per la morte della sorella, scomparsa in un’incidente stradale.

Purtroppo recentemente la campionessa nell’ultima stagione, con 17 vittorie a fronte di 13 sconfitte, non le ha regalato molte soddisfazioni e l’unico risultato di rilievo è stata la semifinale al WTA International di Palermo, il primo torneo ufficiale dopo il lockdown.

Recentemente il 2020 lo ha passato attorno alla centesima posizione, attualmente Giorgi è n. 76 del mondo. Sufficiente per potersi conquistare il titolo di prima tennista italiana e soprattutto accedere direttamente al tabellone principale dell’Australian Open, ottimo risultato per la campionessa .

Camila Giorgi vita privata

La vita privata della campionessa è sempre stata al riparo dai riflettori del gossip. Delle sue passate relazioni si sa che è stata fidanzata con Giacomo Miccini, anch’egli grande stella del tennis.

Sembra che fino al 2017 fossero in procinto di sposarsi, ma il matrimonio è poi naufragato. Il profilo Instagram della campionessa Camila Giorgi è in continua espansione, ma anche qui, nessuna traccia di alcun possibile fidanzato.

LEGGI ANCHE : Le regole del tennis in parole semplici

Scritto da Emanuela Tritini
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

La storia di Fran Jones: tutto sulla tennista con otto dita

A Cantù tocca a Piero Bucchi

Leggi anche
Contents.media