Pioli: “Ibra? Gli dissi di pensarci bene…”

"Gli dissi che per quello che avevamo iniziato e dimostrato non sarebbe stato giusto interrompere, oltre a tutto il contributo che aveva datto".

Stefano Pioli in conferenza stampa ha parlato in vista della sfida di domenica sera. “Sarà una partita difficile, la Sampdoria ha giocatori ben allenati. Dovremo essere molto lucidi e precisi tatticamente, gli avversari sono di valore”.

“Non dico che il Leicester sia irripetibile, è successo al Verona e alla Sampdoria, ma continuo a ripetere che siamo soltanto all’inizio, pensiamo alla partita di domani e di affrontarla nel miglior modo possibile per tirare fuori il massimo.

La squadra è stata molto brava a trovare singole motivazioni su ogni partita. Siamo concetrati per stare sempre meglio in campo, cercando di essere propositivi, per stare bene sul campo. Tutti gli sforzi servono per ottenere successi, senza sacrificio non si può”.

“Milan sia sottovalutato? Mi interessa fino ad un certo punto, nel calcio non c’è una via di mezzo. Uno dei nostri punti di forza è l’equilibrio, stamattina l’allenamento è stato perfetto, la preparazione giusta.

Ci aspetta una gara complicata, dovremo giocarla al meglio per ottenere il massimo”.

“Con ogni giocatore cerco di essere diretto, quando parli col cuore vieni più facilmente ascoltato. A Ibrahimivic dissi che per quello che avevamo iniziato e dimostrato non sarebbe stato giusto interrompere, oltre a tutto il contributo che aveva datto. Gli dissi di pensarci bene e che io, Maldini, Massara e Gazidis avrebbero fatto di tutto per convincerlo.

Siamo contenti sia qua”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Marc Marquez ha imparato la lezione di Jerez

Maradona: De Laurentiis non si accontenta di dedicargli lo stadio

Leggi anche
Contents.media