Gattuso non cade nella trappola: “Ma quale crisi della Juve”

Il tecnico del Napoli ha inviato un messaggio chiaro alla vigilia della partita di Supercoppa.

Il tecnico del Napoli Gennaro Gattuso ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della partita di Supercoppa Italiana contro la Juventus: “Affrontare la Juve ti crea sempre svantaggi. Ci sono giocatori che hanno fatto cose straordinarie, con grande mentalità. Se pensiamo che per noi sarà una passeggiata perché hanno sofferto con l’Inter non ci siamo.

Dobbiamo rispettarli e se faremo le cose per bene avremo le nostre chances”.

Ringhio non crede a una Juve in crisi: “Bisogna rispettare l’avversario e non cadere nella trappola di una Juve in crisi. Io non ci casco e spero non lo facciano i miei giocatori. La Juventus non ne sbaglia due di fila, lo dicono i numeri. Dobbiamo metterci un po’ di attenzione in più. Questo è un avversario con una rosa incredibile nonostante le assenze.

Alla Juve mancano i giocatori ma non è in crisi”.

Il rapporto con Andrea Pirlo: “Abbiamo iniziato a giocare presto insieme. Abbiamo vinto tutto quello che dovevamo vincere. Lui è stato importante per la mia carriera e l’ho aiutato anche io. C’è grande amicizia tra noi, abbiamo condiviso tanto dentro e fuori dal campo. Domani sarà una partita di calcio e spero di dargli un rammarico. Vinca il migliore, ma resterà sempre un amico.

Credo abbia preso più schiaffi da me che da suo padre nella vita…”.

Le condizioni degli infortunati: “Petagna ha fatto tutto ciò che doveva fare. Abbiamo ancora una seduta di allenamento domani mattina e lo valuteremo. Mertens? Bisogna solo fargli grandissimi complimenti. Sta stringendo i denti da quando è tornato, si allena 2-3 ore in più degli altri, prende antinfiammatori ma non è ancora al 100%”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ferrari, parla Binotto: “Leclerc è già un grande”

Mario Mandzukic spiega perché ha scelto il Milan

Leggi anche
Contents.media