Juventus, Gigi Buffon deferito dal procuratore federale

Il portiere bianconero pagherà l'espressione blasfema pronunciata nel corso della partita contro il Parma.

Il portiere della Juventus Gianluigi Buffon è stato deferito al Tribunale Federale Nazionale della Figc in merito al caso della bestemmia pronunciata nel corso della partita contro il Parma, dello scorso 19 dicembre.

Questa la nota della Figc: “Il Procuratore Federale, letti gli atti relativi al procedimento disciplinare avente ad oggetto “Notizie stampa in ordine ad una bestemmia pronunciata presumibilmente dal calciatore della F.C.

Juventus Gianluigi Buffon durante la gara del Campionato di Serie A del 19/12/2020″, ha deferito lo stesso calciatore al Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare “per avere, nel corso della gara Parma-Juventus del 19/12/2020, all’80′ minuto di gioco circa, rivolgendosi al compagno di squadra Manolo Portanova, pronunciato una frase contenente un’espressione blasfema”.

Il giudice sportivo non ha potuto inizialmente intervenire e squalificare il giocatore perché le parole erano sfuggite agli arbitri.

La frase è però stata sentita distintamente in tv tramite i microfoni posti a bordo campo, diventando subito virale in rete e scatenando un polverone. Ora scatterà la prova tv che potrebbe portare a una squalifica, come accaduto recentemente a Cristante della Roma.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Milik si presenta al Marsiglia: “A Napoli periodo difficile”

Napoli: splendido gesto di Koulibaly per alcuni immigrati

Leggi anche
Contents.media