Gigi Cagni: “Pirlo è in confusione, Conte poteva fare di più”

Il tecnico bresciano dispensa giudizi severi.

Gigi Cagni in un’intervista a calciomercato.it dispensa guidizi severi ad Andrea Pirlo: “E’ difficile allenare la Juventus, ma Pirlo è in confusione. Un tecnico deve subito dare un assetto principale ed una identità alla propria squadra, e questo Pirlo non lo sta facendo.

Il problema reale della Juventus è che ha cambiato migliaia di formazioni e/o sistema di gioco. E poi, i tanti infortunati: ci sarebbe qualche interrogativo da sollevare anche sulla preparazione. Quando, però, affidi la panchina ad un allenatore che non ha mai allenato, devi mettere in conto che vengano commessi degli errori”.

“Alla fine sappiamo quello che è successo l’anno scorso: Sarri era voluto da Paratici, ma non dal presidente.

E quest’anno, Agnelli ha messo sulla panchina un suo uomo come Pirlo. Sapendo anche che questa stagione sarebbe stata particolare. Agnelli darà fiducia a Pirlo, al termine della stagione? E’ inevitabile, altrimenti di cosa parliamo. E’ giusto che resti anche l’anno prossimo, altrimenti è un errore della ‘regia’ dirigenziale. Se prendi Pirlo, devi avere la forza di supportarlo e aspettarlo”.

Anche Antonio Conte nel mirino: “Lo Scudetto è merito di chi lo vince, poi penso: alla luce delle tante spese fatte da Suning, dopo due anni ha raccolto solo un trofeo e neanche si è avvicinato alla vittoria di una coppa.

E quest’anno, è stato accontentato sul mercato senza esitazioni. Se Conte vince lo scudetto, poi, sicuramente andrà dal presidente e chiederà altri investimenti, per vincere la Champions League. Io presidente gli risponderei: “Io ti do 12 mln di euro all’anno, qualcosa dovrai fare anche tu”. E per carità, Conte resta tra i più bravi d’Europa, ma poteva fare di più in questi due anni”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Rafa Nadal: “Io il Goat? Si saprà a fine carriera”

Francesco Baiano vede Vlahovic in giallorosso

Leggi anche
Contents.media