Milik riporta la pace a Napoli

Il polacco ha chiarito: "Possono tradurre male le mie parole ma certi sentimenti non hanno bisogno di Google Translate".

Nelle scorse ore i tifosi del Napoli non hanno preso benissimo le parole di Milik pronunciate dal ritiro della Polonia: “Non voglio paragonare Marsiglia a Napoli, sono due città totalmente differenti: sicuramente entrambe molto belle, e sicuramente Marsiglia è molto più tranquilla rispetto a Napoli.

Non abito al centro di Marsiglia ma a pochi chilometri, però ho sentito che anche qui ci sono delle zone in cui i tifosi vogliono stare vicino la squadra ed a contatto con i giocatori. Non nascondo che a Marsiglia mi sto riposando da tutto quello che ho vissuto a Napoli, dove venivo in continuazione fermato per strada dai tifosi”.

“In Francia era tutto chiuso per la pandemia, non so se fosse cambiato qualcosa con i locali aperti, ma comunque ora per me vivere a Marsiglia è molto più facile.

Non nascondo che è veramente l’ideale per me ora, infatti a volte ho voglia di andare fuori a bere un caffè tranquillo e qui è possibile. Dopo 4 anni di Napoli invece dove i tifosi appena ti vedono ti assalgono, da una parte è anche bello l’affetto dei tifosi, però dopo un po’ è stancante tutto questo, ed è veramente molto pesante, a volte avevo anche bisogno di stare un po’ tranquillo, e Marsiglia ora mi questa tranquillità”.

Tramite una storia Instagram, Milik ha poi chiarito: “Possono tradurre male le mie parole ma certi sentimenti non hanno bisogno di Google Translate. Ciao Napoli, ciao uagliu”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sonny Colbrelli vince la terza tappa del Giro del Delfinato

Henrikh Mkhitaryan resta alla Roma

Leggi anche
Contents.media