Zeman esalta il duo Immobile-Insigne

Le parole del boemo: "A Pescara con me erano già così"

Zdenek Zeman alla Gazzetta dello Sport esalta l’Italia di Roberto Mancini: “Potrò dire che l’altroieri all’Olimpico c’ero anch’io. Non tanto per la spettacolarità della gara sulla quale credo sia giusto fare un’analisi equilibrata, quanto per la ripartenza che questa partita di esordio degli Europei ha rappresentato nell’immaginario collettivo dopo tanti, troppi, mesi di difficoltà, paure e ansie causate dalla pandemia”.

“Il comprensibile entusiasmo e l’enfasi per questo inizio ha forse fatto esagerare qualche valutazione, la grande stima che ho per Mancini e per il percorso finora sostenuto mi permette di dare un giudizio un po’ più tecnico-tattico senza nulla togliere a una vittoria senza alcun dubbio cercata e meritata. Nel primo tempo non si è vista una grande Italia. Molto meglio è andata la ripresa, complici i maggiori spazi”.

Il tecnico boemo sottolinea la prova del duo Immobile-Insigne: “Ciro e Lorenzo coppia ideale.

A Pescara con me erano già così. Ciro e Lorenzo mi hanno riportato alla mente ricordi e sensazioni di quando vestivano la maglia del Pescara sotto la mia guida. Mancava il terzo di quel magico trio pescarese, Verratti, che credo sarebbe stato molto importante per la capacità di verticalizzare e trovare varchi che altri difficilmente vedono. Il suo recupero offrirà a Mancini una carta in più”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Dovizioso non ha ancora le idee chiare

Italbasket, ecco i convocati per il torneo di Amburgo

Leggi anche
Contents.media