Chi è Oliver Giroud, il nuovo bomber del Milan

Tutto quello che c'è da sapere su Oliver Giroud, il nuovo attaccante del Milan.

In carriera ha vinto tutto e di più, dalla Coppa del Mondo con la maglia della Francia alla Champions League con la casacca del Chelsea. Chi è Oliver Giroud, il nuovo attaccante dell’A.C MILAN.

Chi è Oliver Giroud

Si è recato nella giornata di oggi, venerdì 16 luglio, nella sede del Milan per apporre la propria firma su un contratto biennale che legherà il suo prossimo destino a quello del Milan.

Chi è Oliver Giroud, il futuro attaccante della società meneghina?

La carriera

Oliver Giroud è nato nella cittadina di Chambéry, in Francia, il 30 settembre del 1986. Un fattore, l’età, che non è mai stato rilevante nel corso della carriera dell’attaccante ex Chelsea, così come dimostrano la Coppa del Mondo alzata a 32 anni e la Champions League vinta a 34.

I primi passi da calciatore, Oliver li muove in quel di Grenoble, dove segnerà però soltanto due reti in 27 apparizioni.

Dopo una breve parentesi all’Istres, squadra nella quale metterà a segno ben 14 gol, Giroud si guadagna la chiamata del Tours, dove si intrattiene per circa 2 stagioni e mezzo andando in rete numerose volte.

Le squadre francesi cominciano a mettere gli occhi sul giovane attaccante, e così Giroud finisce al Montpellier, facendo finalmente il proprio debutto in Ligue 1 e in Europa League. La prima stagione, tuttavia, non è delle migliori, tanto che la sua squadra viene eliminata ai preliminari della coppa europea e termina il proprio campionato al quattordicesimo posto.

Nel corso della stagione successiva, tuttavia, si assiste al vero e proprio exploit di Giroud con la maglia del Montpellier. Segnando la bellezza di 21 gol, l’attaccante francese si laurea capocannoniere della Ligue 1, mentre la sua squadra, anche grazie alle sue preziosissime reti, vince uno storico titolo nazionale.

Arsenal

Nel 2012, Giroud passa all’Arsenal per la cifra di 12 milioni di sterline. Il contratto con il quale si lega ai gunners è di quelli importanti: cinque anni a circa 2 milioni a stagione. In quel di Londra, il nuovo attaccante del Milan assurge alla caratura di bomber internazionale. Nelle 253 partite giocate con la maglia dell’Arsenal, infatti, Giroud segna la bellezza di 105 reti. Una delle quali, quella messa a segno contro il Crystal Palace il 1° gennaio del 2017, gli varrà la vittoria del FIFA Puskás Award 2017 per il miglior gol della stagione calcistica. Con la maglia dei gunners, Giroud porterà a casa una FA Cup e due Community Shield.

Chelsea

Nell’ultimo giorno del mercato di riparazione del 2018, Oliver passa al Chelsea per la cifra di 18 milioni di sterline. Dall’altro lato di Londra, Giroud riesce a togliersi tutte le soddisfazione che non era riuscito a togliersi con la maglia dell’Arsenal. L’attaccante francese, nella fattispecie, vince un Europa League nel 2019 (segnando un gol in finale, proprio contro la sua ex squadra), nonché una Champions League nell’estate del 2020, seppur senza giocare più di tanto.

Una menzione particolare la meritano i 4 gol messi a segno nell’ultima giornata del girone di Champions contro il Siviglia. Un dato, quest’ultimo, che lo consacra nella storia del Chelsea: nessuno prima di lui c’era riuscito in una competizione europea.

Francia

In Nazionale da circa 10 anni (la prima chiamata risale all’autunno del 2011), Giroud ha indossato in pianta stabile i colori francesi. Sul groppone, fino ad ora, una pesante sconfitta nella finale di Euro 2016 contro il Portogallo, oltre alla storica vittoria nel Mondiale del 2018. Una competizione, quest’ultima, nella quale Giroud non segnò alcuna rete, pur giocando da titolare tutte le partite.

Ad attenderlo, adesso, i tifosi del Milan, i quali, ne siamo certi, non stanno già nella pelle. Lo stesso Pioli, non potendo aspettare oltre, ha accompagnato Giroud nella giornata odierna attraverso tutto l’iter di presentazione e firma del contratto. Sintomo, quest’ultimo, delle grandi aspettative che si stanno creando attorno al campione francese.

Leggi anche: Mercato Milan: due nomi per il dopo Calhanoglu

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Lazio, Lazzari: “Con Sarri mi diverto”

Matteo Berrettini convocato per la Laver Cup

Leggi anche
Contents.media