Alia Guagni ancora non ci crede

“Vedere la mia maglia azzurra al Museo del Calcio di Coverciano è emozione pura” racconta.

“Vedere la mia maglia azzurra al Museo del Calcio di Coverciano è emozione pura. Sono ricordi che vivono. Dentro questa maglia ho messo cuore, coraggio, determinazione e la forza di credere ad un sogno, che si è realizzato”. Alia Guagni, giocatrice dell’Atletico Madrid, ha visitato il Museo del Calcio e si è soffermata davanti alla sua maglia, nella sezione dedicata alla Nazionale di calcio femminile.

E’ la numero 7, indossata per il Campionato del mondo di Francia 2019.

“Quando parte l’inno – racconta la giocatrice – scattano brividi e orgoglio. Indossi la maglia del tuo Paese, sai di rappresentarlo e di scendere in campo per i nostri tifosi e le nostre tifose”.

“E’ una sensazione speciale pensare che le tante famiglie che visitano il Museo del Calcio di Coverciano – conclude- si soffermino a vedere le maglie delle calciatrici della nostra Nazionale.

Mi ha colpito, in particolare, un nonno che al Museo raccontava alla nipotina il nostro cammino mondiale”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Chi sono le mascotte di Tokyo 2020: tutto su Miraitowa e Someity

Trieste ne manda un paio in A2 a farsi le ossa

Leggi anche
Contents.media