Lazio ko, Maurizio Sarri ne ha per tutti

"Rosso ad Acerbi? Questo accade quando giochi con la testa fra le nuvole".

Al termine della gara persa contro il Bologna, Maurizio Sarri ha commentato: “Siamo arrivati scarichi sotto tutti i punti di vista. Il Bologna era una squadra viva, cattiva in campo, noi eravamo scarichi fisicamente e dal punto di vista mentale.

E’ una gara da prendere in considerazione per capire i motivi che hanno portato alla sconfitta ma anche da dimenticare velocemente. Quando sei stanco è stanco tutto l’ambiente, è stanco lo staff, i fisioterapisti, questa stanchezza la attacchi anche a chi ha giocato meno”.

Il tecnico è poi andato nello specifico: “Milinkovic e Luis Alberto devono diventare centrocampisti totali, sono poco portati alla fase difensiva e al sacrifico nelle fasi di rientro, molto portati a giocare palla al piede.

Le qualità per farlo ce l’hanno ma dipende molto da loro due. Acerbi? Un quarto d’ora prima in panchina dicevo questa era la classica partita da espulsione e poi è arrivata, questo accade quando giochi con la testa fra le nuvole. Purtroppo rientrava nel copione della partita”.

Non si placa la polemica sul calendario: “Siamo l’unica squadra ad aver giocato dopo 61 ore, ho detto ai giocatori che dobbiamo fare una lotta contro la Lega ma questo non deve essere un alibi”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Udinese, Marino: “C’è unità di intenti con il mister”

Sampdoria, pari-show ma D’Aversa non si accontenta

Leggi anche
Contents.media