Raiola non ha digerito i fischi a Donnarumma

Le parole del procuratore sui fischi rivolti al portiere del PSG in occasione della sfida contro la Spagna.

“Sono disgustato dai fischi a Gigio e adesso mi chiedo perché il Milan non sia intervenuto ufficialmente per prendere le distanze dalla contestazione, per difenderlo in qualche modo, dopo che su un ponte di Milano è comparso quell’ignobile striscione. Vogliamo parlare delle minacce? Ha per caso ammazzato qualcuno? Non mi risulta” ha detto il procuratore.

“La verità è che il Milan non ha saputo o potuto tenerlo, non fa molta differenza. Prova a chiedere a chiunque, se padre, cosa avrebbe consigliato al proprio figlio: restare al Milan o andare al Paris Saint-Germain?” Ha aggiunto l’italo-olandese.

“E’ molto triste, strano e vergognoso quello che è successo allo stadio. E’ vergognoso che una parte della tifoseria se la sia presa con un ragazzo che non ha fatto niente di male, la cui colpa sarebbe semplicemente quella di aver esercitato il diritto di libera scelta.

Perché altri motivi per fischiarlo non ce ne sono” ha chiosato Raiola.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Montella: “La Nazionale è la sua idea fissa”

Musetti: “Ho avuto una fantastica prima metà di stagione, poi sono calato”

Leggi anche
Contents.media