Mondiali 2030, l’idea di Infantino

"Niente è impossibile, bisogna pensare in grande".

Nel corso della sua visita a Gerusalemme, Gianni Infantino ha avanzato l’ipotesi di portare i Mondiali in Israele nel 2030: “Perché non sognare una Coppa del Mondo in Israele e nei Paesi vicini? Con gli Accordi di Abramo, perché non organizzarli qui assieme agli altri Paesi del Medio Oriente e i palestinesi?”.

“Niente è impossibile, dobbiamo pensare in grande. Oggi ospitare un Mondiale è un’avventura molto grande, è qualcosa di più di un evento sportivo, è un evento da milioni di biglietti venduti e miliardi di telespettatori. Bisogna avere visione, sogni e ambizione. Ne abbiamo parlato tanto negli ultimi mesi dopo l’accordo fra Emirati e Israele, per cui una candidatura congiunta è un’opzione. Dopo il Qatar, i Mondiali si giocheranno in Canada, Messico e Usa, tre Paesi enormi.

E allora perché no Israele?” le parole riportare da Repubblica.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Roma, Ibanez: “Potevo andare al Bologna”

MotoGp, Lin Jarvis: “Abbiamo perso molti punti”

Leggi anche
Contents.media