Vidal, la prestazione con lo Sheriff in Champions League e i messaggi per la Juve

Vidal è stato uno dei migliori in campo in Champions League contro lo Sheriff Tiraspol e il cileno si prepara a sfidare la Juventus.

Una prestazione da incorniciare quella di Arturo Vidal martedì 19 ottobre contro lo Sheriff Tiraspol: assist e goal per il centrocampista cileno, che con la sua pesantissima rete ha riportato in vantaggio l’Inter, cambiando la partita e, forse, il cammino in Champions League dei nerazzurri.

Vidal e la prestazione in Champions League

Arturo Vidal è stato tra i migliori in campo nel match contro la squadra moldava. I tifosi si chiedono ora se il giocatore possa tornare ai livelli cui aveva abituato gli spettatori italiani negli anni passati alla Juventus nonostante la non più giovanissima età (è nato il 22 maggio 1987). Simone Inzaghi ha già dimostrato di voler puntare sul centrocampista cileno.

Vidal si allena sempre con entusiasmo, sta meritando questo spazio: è stato decisivo anche entrando a gara in corso. È un valore aggiunto della squadra e ha l’entusiasmo di un ragazzino. Sono contento del goal e della prestazione: se l’è meritato

Quella contro lo Sheriff è stata la prima partita da titolare per Arturo Vidal nella stagione 2021-2022. Il calciatore prima era sempre subentrato. Che la prima partita dal primo minuto di Vidal sia coincisa con la prima vittoria dei nerazzurri in Champions League non è un caso, pensando all’equilibrio tattico che il cileno è in grado di offrire in entrambe le fasi.

Vidal vuole esserci contro la Juventus

Ancora non sappiamo se Arturo Vidal riuscirà a riconquistare stabilmente una maglia di titolare e se Simone Inzaghi potrà fare affidamento su di lui nel medio-lungo periodo.

La prossima gara potrebbe però dare qualche aiuto per chiarire questi dubbi. Per il centrocampista cileno sarà la quinta partita contro la Juventus, il suo ex club, quello che più degli altri gli ha permesso di mostrare il proprio talento. Contro la sua ex squadra, Arturo Vidal vuole esserci per diverse ragioni: per confermare quanto di buono ha dimostrato in Champions League, per ribadire a Simone Inzaghi la sua importanza a centrocampo, perché una sfida di questo tipo è ciò che più gli si addice.

Le parole di Bonucci? Non gli rispondo niente. Sicuramente loro vorranno la rivincita e vedremo chi è il più forte. Se sono pronto per la Juve? Spero di esserlo domenica e per tutto l’anno

Scritto da Federica Palman
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Problema rigori per Insigne, Spalletti fa da pompiere

Moto2, Bezzecchi e Vietti Ramus pronti per il GP dell’Emilia Romagna

Leggi anche
Contents.media