Antonio Conte al Tottenham: a quanto ammonterà il suo stipendio?

Firmando con il Tottenham, Antonio Conte diventerà il secondo allenatore più pagato al mondo dopo Pep Guardiola.

Domenica 31 ottobre, dopo l’ennesima disfatta della propria squadra (sconfitta impietosa per 3-0 contro il Manchester United), il presidente degli Spurs Levy ha preso la tanto sofferta decisione di esonerare Espirito Santo. A sedersi sulla panchina del Tottenham (forse già a partire dalla giornata odierna, martedì 2 novembre), sarà nientemeno che l’ex tecnico dell’Inter Antonio Conte.

Ecco i dettagli dell’accordo che l’allenatore salentino firmerà nelle prossime ore.

Antonio Conte al Tottenham

Dopo i ripetuti ed estenuanti tentativi della scorsa estate, il presidente Levy è finalmente riuscito a convincere l’ex allenatore del Chelsea a sedersi sulla panchina del Tottenham. Per il tecnico leccese – che dovrebbe firmare nelle prossime ore – pronto un contratto dalla durata di 20 mesi, fino al 31 giugno del 2023.

Facendo due calcoli, Antonio Conte dovrebbe percepire circa 290 mila sterline alla settimana (circa 340 mila euro), per un totale di 15 milioni di sterline a stagione (ovvero 17.5 milioni di euro).

Uno stipendio, quest’ultimo, che qualora venisse confermato farebbe dell’ex Inter il secondo allenatore più pagato al mondo dietro al solo ed irraggiungibile Pep Guardiola, il quale al Manchester City percepisce circa 20 milioni di euro a stagione.

Il Tottenham, pertanto, non ne fa affatto una questione economica, tanto che, oltre alla new entry Antonio Conte, dovrà ancora continuare a pagare gli stipendi di Espirito Santo e di José Mourinho.

Due spese tutt’altro che irrisorie, insomma.

Il Tottenham potrà spendere fino a 170 milioni sul mercato

Per convincerlo a trasferirsi in quel di Londra, il presidente Levy ha dovuto giocarsi tutte le carte a sua disposizione. Antonio Conte, infatti, non prende in considerazione soltanto gli aspetti economici, ma guarda anche all’ambizione e alla bontà del progetto in questione. È questa, per esempio, la ragione principale che lo ha convinto, nel corso dell’estate scorsa, a separarsi dall’Inter campione d’Italia. È questa, ancora, la ragione fondante del suo prossimo matrimonio con il Tottenham. A quanto sembra, infatti, gli Spurs potranno disporre, fin dalla prossima sessione di calciomercato, di un budget di oltre 170 milioni di euro per rinforzare la propria rosa. Sul taccuino di Antonio Conte, in questo senso, tanta Serie A, con Vlahovic e Kessié indiziati speciali per il mercato del prossimo gennaio.

Interessante, da questo punto di vista, anche il feeling che accomuna il tecnico salentino e alcuni giocatori dell’Inter. Uno fra tutti, Nicolò Barella. Il centrocampista italiano – possiamo starne certi – è in cima alla lista dei desideri del nuovo allenatore del Tottenham. Marotta avvisato, mezzo salvato.

Antonio Conte, in panchina già con il Vitesse?

La speranza dei tifosi del Tottenham è quella di poter vedere l’allenatore leccese sulla panchina del proprio club preferito già in occasione della partita di Conference League contro il Vitesse di giovedì 4 novembre. Le possibilità che ciò avvenga, ad ora, sono tutt’altro che remote, tanto che c’è già chi afferma che Antonio Conte dirigerà nella giornata di oggi – martedì 2 novembre – il suo primo allenamento da tecnico degli Spurs.

Scritto da Andrea Crenna
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Marchisio: “Questa Juve come quella di Delneri”

Rossi: “Spero che potremo essere competitivi”

Leggi anche
Contents.media