Italia ai Mondiali: la FIGC propone di spostare la 30a di Serie A

I playoff avranno luogo tra il 24 e il 29 di marzo, mentre la 30esima giornata di Serie A TIM si dovrebbe disputare il weekend del 19 e del 20.

Ormai lo sanno anche i muri: l’Italia campione d’Europa ha fallito l’occasione di accedere direttamente ai prossimi Mondiali. E lo ha fatto di nuovo, proprio come quattro anni fa, quando tuttavia nel girone c’era un’avversaria del calibro della Spagna, e non la mediocre Svizzera di Murat Yakin.

In ogni caso, tanto conviene venire a patti con questa triste quanto preoccupante verità, cercando, proprio come sta facendo la FIGC, di fare tutto il possibile affinché questa volta l’epilogo sia diametralmente opposto a quello dell’autunno del 2017, quando la Svezia (orfana di Ibrahimovic) ci sbarrò la strada che portava ai Mondiali in Russia.

La FIGC propone di spostare la 30a di Serie A

L’obiettivo della FIGC è quello di permettere ai ragazzi di Roberto Mancini di arrivare ai playoff del prossimo 24 marzo nella miglior condizione possibile. Per farlo, il Consiglio Federale si è ripromesso di convincere la Lega Calcio a rimodellare il calendario di Serie A, in maniera tale da concedere ai nazionali azzurri qualche giorno di riposo (e di preparazione) in più.

La proposta, come sottolineato dallo stesso presidente della FIGC Gabriele Gravina, è già stata sottoposta, senza tuttavia ottenere l’esito sperato. La volontà, a ogni modo, è quella di riprovarci ancora.

“Ci abbiamo provato con la Lega e ci riproveremo, anche se la vedo molto complicata. L’unica finestra disponibile in questo momento è quella del 30 gennaio, quando ci sarà una sosta per le qualificazioni sudamericane. In questo momento la Lega è abbastanza incartata, come noi. Così stiamo pensando a uno stage azzurro più ampio”.

Come attuare la proposta?

La giornata di Serie A incriminata, da questo punto di vista, sarebbe proprio la 30esima, ovvero quella prevista per il weekend precedente gli spareggi che decreteranno le ultime tre squadre europee che prenderanno parte ai prossimi Campionati Mondiali di Calcio che si terranno in Qatar nei mesi invernali del 2022. Si tratterebbe, in altre parole, di rinviare tutte le partite in programma per il 19 e il 20 di marzo, permettendo perciò ai vari azzurri di riunirsi prima e di allenarsi qualche giorno in più sotto la preziosa direzione tecnica del c.t Roberto Mancini.

Perché la Lega Calcio quasi certamente si opporrà

L’iniziativa della FIGC è di quelle da attuare seduta stante, sia perché permetterebbe all’Italia di arrivare ai prossimi playoff in condizione, sia perché creerebbe un importante precedente, contribuendo perciò a distendere i rapporti – a dire il vero tutt’altro che idilliaci – con la Lega Calcio di Serie A TIM. Da ambienti vicini al presidente Gabriele Gravina, in ogni caso, traspare un certo pessimismo. Non è certo la prima volta, infatti, che la Lega Calcio si oppone alle richieste della FIGC. Il calendario di Serie A, del resto, è già alquanto fitto, ragion per cui spostare anche solo un’unica giornata non è affatto un’impresa di poco conto.

La speranza di noi italiani, in ogni caso, è che i due organi possano infine giungere ad una soluzione: l’Italia di Roberto Mancini non può non prendere parte ai prossimi mondiali!

Scritto da Andrea Crenna
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Corvino: “Vlahovic era richiesto da Atalanta e Borussia Dortmund”

L’Argentina di Messi si è qualificata ai Mondiali del 2022

Leggi anche
Contents.media