Junior Moraes diventa soldato? Il dramma dell’attaccante dello Shakthar

Il calciatore brasiliano, naturalizzato ucraino, Júnior Moraes, potrebbe arruolarsi per difendere l'Ucraina dai russi.

Tra i cittadini ucraini che potrebbero essere costretti ad arruolarsi per difendere con le unghie e con i denti la capitale sotto assedio Kiev c’è anche qualcuno che mai avrebbe pensato di ritrovarsi in una situazione simile, il calciatore brasiliano naturalizzato ucraino Júnior Moraes.

Moraes in guerra: l’attaccante dello Shakhtar Donetsk scende in battaglia

Il 33enne attaccante dello Shakhtar Donestsk anni fa cominciava la propria carriera da calciatore nel Santos, squadra della città che gli ha dato i Natali, e probabilmente se in quel momento gli avessero detto che nel 2022 avrebbe combattuto una guerra nell’Est europeo per l’Ucraina contro Putin, avrebbe pensato ad un qualcosa di neanche lontanamente immaginabile.

Ed invece oggi questa è la drammatica realtà.

Il momento agghiacciante per la Nazione ucraina richiede che tutti gli uomini validi brandiscano le armi ed è esattamente quello che giovedì sera ha disposto il cittadino numero uno Zelensky, che ha dichiarato lo stato di mobilitazione generale, valido per una durata di 90 giorni.

Il centravanti brasiliano dello Shakhtar Donetsk Junior Moraes è uno dei calciatori allenati dal tecnico italiano Roberto De Zerbi. Ovviamente anche l’allenatore italiano e tecnico degli ucraini è bloccato nella Nazione bersagliata dai russi in queste drammatiche ore.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Junior Moraes (@jrmoraes10)

Scritto da Vincenzo Pennisi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

La Uefa sposta la finale di Champions 2022: si giocherà a Parigi

Abramovich lascia la presidenza del Chelsea: “Lo faccio per il bene del club”

Leggi anche
Contents.media