I sorteggi dei playoff di Champions League 2022-23

Champions League 2022-2023: ecco i sorteggi dei playoff

Il 2 agosto sono iniziati i sorteggi per gli spareggi di Champions League, Europa League e Conference League a Nyon, Svizzera. Dal 2 al 9 agosto vi sarà il terzo turno di qualificazione, ecco perché in alcuni abbinamenti vi sono due squadre come alternativa.

Le gare saranno disputate in due turni: 16-17 e 23-24 agosto. I vincitori passeranno alla fase a gironi dove raggiungeranno le altre 26 squadre già qualificate (per l’Italia Milan, Inter, Napoli e Juve). Le squadre eliminate invece andranno a completare la fase a gironi dell’Europa League.

Ecco le date fondamentali da tenere a mente:

  • 3 agosto: sorteggio spareggi
  • 2/3 agosto: andata terzo turno di qualificazione
  • 9 agosto: ritorno terzo turno di qualificazione
  • 16/17 agosto: andata spareggi
  • 23/24 agosto: ritorno spareggi
  • 25 agosto: sorteggio fase a gironi

Le regole degli spareggi di Champions League 2022-2023

In caso di pareggio dopo l’andata e il ritorno, gli spareggi comprendono i tempi supplementari ed infine i calci di rigore. La vincente potrà accedere di conseguenza alla fase a gironi di Champions raggiungendo le squadre qualificate in maniera diretta, mentre gli sconfitti andranno alla fase a gironi di Europa League.

La lista delle squadre che disputeranno gli spareggi:

  • MACCABI HAIFA (ISR) o APOLLON LIMASSOL (CYP) contro STELLA ROSSA (SRB) o PYUNIK (ARM)
  • COPENAGHEN (DEN) contro TRABZONSPOR (TUR)
  • DINAMO KIEV (UKR) o STURM GRAZ (AUT) contro BENFICA (POR) o MIDTIYLLAN (DEN)
  • UNION SAINT-GILLOISE (BEL) o RANGERS (SCO) contro MONACO (FRA) o PSV EINDHOVEN (NED)
  • QARABAG (AZE) o FERENCVAROS (HUN) contro SHERIFF TIRASPOL (MDA) o VIKTORIA PLZEN (CZE)
  • BODØ/GLIMT (NOR) o ZALGIRIS VILNIUS (LTU) contro LUDOGORETS (BUL) o DINAMO ZAGABRIA (CRO)

LEGGI ANCHE: Juric e Vagnati, lite e rissa sfiorata

Un brutto episodio

Occhi puntati in questi giorni in special modo sulla Dinamo Kiev, squadra ucraina che ha passato il precedente turno contro il Fenerbache. Durante la gara di ritorno, in casa della squadra turca allo stadio Şükrü Saracoğlu, i tifosi di casa, famosi per portare avanti un tifo molto caldo, dopo il gol subito dalla propria squadra a dieci minuti dall’inizio della ripresa, segnato dall’ucraino Buyalskyi, si sono lanciati in una serie di feroci cori inneggianti al Presidente russo Vladimir Putin. Chiaro e limpido il riferimento alle ben note azioni portate avanti dal Presidente contro l’Ucraina in questi mesi. Ovviamente non si è fatta attendere la reazione indignata dell’ambasciatore ucraino in Turchia, Vasyl Bodnar, che su Twitter ha scritto: «è davvero molto triste assistere a questo tipo di manifestazioni, al sostegno nei confronti di un aggressore e un assassino che sta bombardando il nostro Paese». A ruota anche la risposta decisa quanto lecita del tecnico della Dinamo Kiev, Mircea Lucescu, che ha deciso di non partecipare alla classica conferenza stampa postpartita. La gara in programma contro la squadra austriaca dunque, sarà un ulteriore banco di prova per monitorare una situazione che, sembra voler dare da parlare anche sui campi di calcio internazionali, dopo che già per mesi il campionato di calcio ucraino è stato sospeso portando al fuggi fuggi di diversi giocatori.

Scritto da Gabriele Vecchia
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Conference League 2022-2023: i sorteggi dei playoff

De Ketelaere al Milan: perché ha scelto la maglia 90

Leggi anche
Contents.media