Coppa d’Africa, perché Onana rischia la squalifica?

Onana a rischio squalifica se non accetta la convocazione per la Coppa d'Africa 2024. La situazione attuale.

André Onana non sta passando uno dei momenti migliori della sua carriera, il portiere ex Inter e Ajax è stato protagonista in negativo nella partita pareggiata per 3 a 3 contro il Galatasaray con due interventi brutti. Oltre a questo si avvicina il rischio squalifica nel caso non accetti la convocazione della sua nazionale per la Coppa d’Africa 2024.

Di seguito capiamo le motivazioni dietro a questa possibilità.

LEGGI ANCHE: Dove vedere il mondiale per club 2023 in TV Chi ha i diritti tv?

Coppa d’Africa perché Onana rischia la squalifica?

Onana potrebbe rischiare la squalifica con il suo attuale club perché non potrebbe giocare con lo United se è stato convocato dalla propria nazionale per una competizione.

Il problema nasce però dal fatto che l’estremo difensore ha avuto nel 2022 uno screzio davvero pesante con l’allenatore del Camerun durante i mondiali in Qatar e questo lo aveva già escluso dai convocati.

Ora è arrivata però la chiarificazione tra i due e nonostante un rendimento molto altalenante con il club, dove in effetti sono più le papere che gli interventi positivi, risulta irrinunciabile per l’allenatore che vorrebbe averlo come portiere titolare.

Di seguito il comunicato della FIFA che spiega quello che Onana potrebbe subire qualora non accettasse la chiamata da parte del Camerun:

Un giocatore convocato dalla propria nazionale, a meno di aver ricevuto precisa autorizzazione dalla Federazione o di un infortunio regolarmente certificato, non può scendere in campo con il proprio club durante il periodo di svolgimento delle partite che avrebbe dovuto giocare con la propria selezione.

Basandosi quindi su questo comunicato l’unica scelta coerente che Onana può prendere è quella di accettare la convocazione e di partecipare alla Coppa d’Africa 2024 tra le file del Camerun.

LEGGI ANCHE: Molde vs Qarabag, partita ricca di emozioni terminata in pareggio

Pericolo bocciatura da parte di Ten Hag

L’assenza dell’estremo difensore nei mesi di gennaio e febbraio vedrebbe la titolarità del secondo portiere dello United, Altay Bayindir che è dietro nelle gerarchie della rosa all’ex nerazzurro.

Se dovesse far bene in quel mese dove Onana sarà assente l’allenatore dei Red Devils potrebbe pensare di panchinarlo e chissà poi di cederlo nella sessione estiva di mercato.

Finora i 60 milioni di euro spesi dal club inglese per metterlo tra i pali si sono rivelati una grande perdita, il tempo per redimersi è forse già passato e chissà che per avere una scossa da parte sua non debba avvenire un avvicendamento tecnico che sembra al momento fuori discussione.

Quello che potrebbe fare è cercare di dare il massimo per la propria nazione, provando a risultare decisivo durante la Coppa d’Africa 2024 così da tornare in Inghilterra un po’ più motivato.

Onana ha si dei limiti come portiere ma al momento il suo problema allo United è più psicologico che altro e avrebbe bisogno di cambiare ambiente, ecco quindi che l’impegno con le nazionali che vorrebbe tanto saltare, potrà essere la sua occasione di redenzione.

Il tempo e i risultati sul campo diranno se si sarà trattato di un’occasione positiva oppure dell’ennesima opportunità per non mostrare il proprio talento.

Scritto da Filippo Imundi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Molde vs Qarabağ: una partita piena di emozioni finisce in pareggio

Mls 2023: chi sono i top 11 del campionato?

Contentsads.com