La Francia sostiene Mbappé e Griezmann

Dopo aver oltrepassato i quarti di finale, lontani dalla forma ai loro massimi livelli, gli osservatori criticano le prestazioni di Kylian Mbappé e Antoine Griezmann alla Euro 2024 – due iconiche figure della squadra francese in un momento di crisi, supportate dalla nazionale, che attende il ritorno alla loro prestazione top, tra speranze e convinzione che, prima o poi, riemergerà il valore dei loro due migliori calciatori.

Con la Spagna che spunta nelle semifinali, i dati rivelano la tortuosa fase finale del nuovo attaccante del Real Madrid e del miglior marcatore nella storia dell’Atlético de Madrid. Il primo ha tirato venti volte segnando un solo gol su rigore.

Il secondo ha tirato dodici volte senza nessun gol. Griezmann, addirittura, ha vissuto la panchina un anno e mezzo dopo, successivamente ristabilito come titolare, con il sistema adattato per reintegrarlo e recuperarlo.

Sono i leader della Francia. E la Francia ha bisogno di loro. “Griezmann e Mbappé hanno ottenuto risultati nella squadra che la maggior parte dei giocatori non hanno raggiunto. Quando parlano, li ascoltiamo”, ha rivelato domenica Yousouff Fofana, centrocampista della squadra e del Monaco, parlando dei rigori e del discorso di Kylian prima della decisiva serie di rigori nei quarti di finale del torneo contro il Portogallo.

“La leadership è naturale in Mbappé. Ha il dono di guidare la squadra e il gruppo. Si è preparato per questo. Dà idee, consigli. È nato per farlo, per spingere il gruppo avanti”, ha aggiunto Randal Kolo Muani nella conferenza stampa di domenica nella città tedesca di Paderborn, luogo di soggiorno della Francia in questo campionato europeo, che, a sorpresa, evidenzia insuccessi offensivi, ostacolati dalla sua inefficienza… Ma nelle semifinali.

Dobbiamo prendere atto che le prestazioni di Antoine e Kylian sono state abbastanza elevate per raggiungere le semifinali. Dobbiamo cooperare, noi e i media, per ottenere il trofeo. Non si dovrebbe sminuire uno dei due giocatori o criticare il loro stile di gioco”, ha sottolineato Fofana. Kolo Muani ritiene che il gruppo deve valorizzare le capacità offensive dei due giocatori che hanno segnato 92 gol per la Francia.
“Mbappé vuole creare ulteriore storia”
Sono 48 gol in 82 partite per Mbappé e 44 in 134 per Griezmann, che hanno inoltre fornito rispettivamente 28 e 30 assist nel loro percorso con la nazionale francese, con cui sono diventati campioni del mondo nel 2018 e vice-campioni nel 2022, contribuendo a portare la squadra a livelli inaspettati sotto la guida dell’allenatore Didier Deschamps.
Nelle sue dichiarazioni a ‘Telefoot’, l’allenatore ha nuovamente sostenuto Mbappé e le sue prestazioni.
“Non pensi che abbia già fatto la storia con ciò che ha realizzato finora? Vuole fare ancora più storia. Abbiamo fatto tutto il possibile con lui e il personale medico per farlo essere qui. Durante la preparazione ha anche avuto un piccolo problema alla schiena, ma Kylian è qui. Anche se non è al 100%, so benissimo che la sua presenza influisce sulla squadra avversaria”, ha dichiarato l’allenatore domenica, ripercorrendo tutto ciò che è accaduto all’attaccante, compresa la frattura al naso subita nella partita inaugurale contro l’Austria, vinta per 1-0.
“Non direi che Mbappé è in calo”, ha espressamente commentato Kolo Muani, suo compagno di squadra sia in nazionale che nel Paris Saint Germain, con cui ha giocato per tutta la stagione.

“Ha avuto una stagione eccezionale, segnando più di 45 gol. È nostro dovere sostenere, spingere e aiutarlo, considerando che l’Eurocopa non è ancora finita. È in buona forma fisica, nonostante la frattura al naso”, ha spiegato l’attaccante, toccando anche l’argomento della maschera che influisce sull’anno ’10’.
“Sì, ho uno scatto. Ne abbiamo riso. Sull’autobus è un po’ una questione generalizzata. Non si riesce a vedere nulla. Deve essere complicato”, ha ammesso Kolo Muani, seduto accanto a Fofana durante la conferenza stampa di domenica, senza fare commenti sulla seconda tornata delle elezioni legislative in Francia a causa del periodo di riflessione iniziato venerdì notte, in attesa dei risultati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Simón ha affermato: “Ritengo che Nico si presenta con una visione molto definita riguardo al suo avvenire”

Il Bayern ha acquisito Olise dal Palace in un accordo che, secondo le segnalazioni, vale inizialmente 45 milioni di sterline