Elia Viviani: “Fiero di essere considerato un atleta guida”

Il velocista veneto torna a parlare del suo ruolo di portabandiera alle prossime Olimpiadi di Tokyo.

Elia Viviani è pronto per le Olimpiadi di Tokyo.

Il velocista veneto in un’intervista alla Stampa è tornato sul suo ruolo di portabandiera, che a Tokyo condividerà con Jessica Rossi: “E’ bellissimo, mi sento lusingato e orgoglioso. L’oro di Rio ha lasciato un segno profondo in molte persone e per questo credo che il Coni abbia pensato a me.

Sono fiero di essere considerato un atleta guida. Ho già i brividi per la cerimonia, in questo ruolo devo stare attento quando parlo. Adesso, però, non devo farmi distrarre e perdere l’obiettivo principale. E’ un’esperienza nuova per me. Ho chiesto consigli a Valentina Vezzali che ebbe quel ruolo a Londra e lei da una parte mi ha tranquillizzato e da un’altra mi ha caricato di responsabilità“.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Gravina: “L’obiettivo era arrivare a Wembley, l’abbiamo centrato”

Mercato Milan: Isco più che una semplice fantasia

Leggi anche
Contents.media