I ciclisti più pagati nel 2022: scopriamo chi sono

Quanti di voi appassionati di ciclismo hanno sognato almeno una volta di arrivare da soli in cima a una delle più famose salite in una grande corsa a tappe? Ebbene, spesso e volentieri, nel ciclismo si parla ben poco dell’aspetto economico, ovvero delle retribuzioni che sono correlate ai grandi campioni che animano durante ogni stagione le gare più belle del panorama internazionale.

Ebbene, come è stato messo in evidenza dal blog di Betway, uno dei migliori siti di scommesse, in realtà i corridori più forti possono arrivare ad avere un conto in banca di tutto rispetto, che ha ben poco da invidiare a buona parte, ad esempio, dei calciatori più forti. Sul blog sportivo L’insider è stata pubblicata una classifica davvero interessante, che permette, in concreto, di capire quanto guadagnano i ciclisti più forti.

Tadej Pogacar davanti a tutti

Si tratta di una classifica che prende in considerazione le retribuzioni che si riferiscono al 2022. Ebbene, è impossibile non notare come ci sia un uomo solo al comando, come spesso e volentieri, tra le altre cose, gli è capitato durante le corse a tappe a cui ha preso parte. Stiamo parlando del fenomeno di origini slovene Tadej Pogacar, che si porta a casa in questo 2022 una somma intorno ai 6 milioni di euro.

Davvero niente male, ma in realtà si tratta di un incredibile talento per questo sport. Pogacar ha vinto sia il Tour del 2020 che l’edizione del 2021. Nella corsa in gialla che si è appena conclusa, l’edizione 2022 per intenderci, ha invece dovuto abbandonare il trono e cederlo al danese Vingegaard, che è riuscito nell’incredibile impresa di batterlo, anche sul suo terreno più congeniale, ovvero in salita, senza dimenticare come sia andato più forte pure nell’ultima cronometro disputata alla penultima tappa del giro transalpino.

D’altro canto, le prime dieci posizioni di questa classifica sono ricche di nomi famosi e di campioni dal talento strabiliante. Non deve affatto stupire come, in seconda posizione, ci sia una coppia di corridori che hanno vinto tantissimo nell’ultimo decennio. Stiamo facendo riferimento a Peter Sagan, slovacco che ora corre in forza alla Total Energies, e a Chris Froome, nato in Kenya, ma nazionale inglese, che veste la maglia della Israel Start-Up Nation. Entrambi questi campioni si portano a casa la bellezza di 5 milioni e mezzo di euro.

Giù dal podio

Non si può di certo dire che non ci siano grandi nomi anche nel resto della top ten. Appena fuori dal podio, anche se il conto in banca è comunque notevole, troviamo Geraint Thomas. L’esperto corridore inglese in forza alla Ineos-Grenadiers ha disputato, ad esempio, un’edizione 2022 del Tour De France veramente eccezionale, riuscendo a raggiungere un terzo posto quanto mai insperato. La sua capacità di evitare gli stacchi, ma di procedere in modo regolare con il proprio passo e ritmo ha fatto la differenza, rispetto a tanti altri corridori che hanno provato a strappare, ma alla fine sono rimasti penalizzati da strategie un po’ troppo all’arma bianca.

Nessun italiano è presente nella top ten, chiusa da un altro fenomeno, ovvero il belga Wout van Aert, che è stato protagonista di un Tour de France veramente spettacolare e che si porta a casa uno stipendio di tutto rispetto, pari all’incirca a 2.2 milioni di euro. Ebbene, il primo italiano si trova proprio alle spalle del corridore belga e si tratta di Vincenzo Nibali. Il ciclista siciliano, uno dei pochi in carriera a vincere sia il Tour de France che il Giro d’Italia, ma anche la Vuelta spagnola, guadagna una cifra intorno a 2.1 milioni di euro.

Scritto da Paola Barletta
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Chi è Charles De Ketelaere, la carriera del giovane talento rossonero

Conference League 2022-2023: i sorteggi dei playoff

Leggi anche
Contents.media