Come sarà lo sport nel 2021: un anno di ripartenza per gli sportivi

Lo sport è uno dei tanti ambiti che ha visto cambiare la propria quotidianità a causa del covid: nella speranza di ripartire, scopriamo come sarà il 2021 sportivo.

La pandemia di Coronavirus ha cambiato i ritmi delle vite di tutti, e anche quando tutto sarà finito rimarranno inevitabilmente degli strascichi nelle nuove abitudini. Tra i tanti punti interrogativi relativi al nuovo anno, c’è quello relativo a come sarà lo sport nel 2021.

Il 2021 tra sport di squadra e individuali

Calcio, basket, pallavolo sono solo alcuni degli sport di squadra che si sono interrotti fin dai primi giorni di pandemia. Tolte le riprese a livello professionistico, solo tra giugno e settembre i dilettanti hanno potuto riprendere la loro attività sportiva preferita. Il tutto rispettando un rigido protocollo creato ad hoc da ogni singola federazione. Nel 2021 la ripresa dello sport di contatto sarà lenta e graduale.

La parola d’ordine, oltre ad attenzione, sarà individuali. La ripresa sarà condizionata da un lavoro coi singoli, dove i temi principali saranno la cura dei fondamentali e dell’aspetto atletico. Si dovrà quindi rinunciare ancora per un po’ alle dinamiche di gruppo e al divertimento insieme, con la speranza di poter tornare a disputare partite e competizioni nella parte finale dell’anno.

Prospettive più rosee le hanno gli sport individuali.

Uno dei pochi svaghi concessi dai vari DPCM è stato quello del potersi allenare all’aperto, soprattutto per chi ama correre o andare in bicicletta. Nel 2021 l’augurio è quello di tornare a praticare anche gli sport individuali al chiuso, come ad esempio il tennis o la palestra. La mancanza di contatto permette infatti un miglior rispetto della distanza e quindi una minor percentuale di contagio.

Quello che condizionerà entrambe le realtà saranno i ritmi. Non sarà possibile frequentare la palestra tre o quattro volte a settimana, come si faceva regolarmente prima. Secondo alcuni studi, la maggior parte degli italiani vorrebbe una rivisitazione dei classici orari, permettendo la creazione di una nuova fascia più consona al nuovo stile di vita (e lavorativo) imposto dal covid-19. Inoltre uno dei temi più richiesti dagli sportivi italiani è quello di continuare ad avere servizi online, permettendo ad esempio la diretta di una lezione di fitness o la registrazione di un determinato corso.

L’importanza dell’online nello sport del 2021

Per sopperire alla mancanza il sport, il metodo alternativo per eccellenza è stato quello degli allenamenti online. Il 2020 ha visto un notevole aumento di app per esercizi, corsi online, dirette social e videochiamate di gruppo: tutte con l’obiettivo di non fermarsi e continuare a tenersi in forma. Nel 2021 questa modalità non è destinata a scomparire, anzi avremo a che fare con una struttura ibrida.

Innanzitutto, sebbene quasi il 70% degli italiani è disposta a tornare in palestra o a praticare la propria attività, va detto come sarà impossibile ritornare agli stili di vita di prima. Come già scritto molti dovranno adeguarsi ai nuovi orari lavorativi e scolastici, dovendo magari rinunciare allo sport. L’online rimane quindi un valido strumento a disposizione di tutti per continuare ad allenarsi quando e dove si vuole. Inoltre non va dimenticato come non si potranno rivedere le tradizioni scene con piscine piene e sessioni in palestra con gruppi ammassati e sudati. La nuova ridistribuzione degli spazi comporterà anche un cambio a livello numerico. L’offerta online è destinata a rimanere in modo tale da non escludere nessuno, garantendo anche una turnazione tra allenamento in presenza e online tra i vari praticanti. Senza dimenticare che l’online è un’occasione per molti club e palestre di estendere il loro bacino di utenze, coinvolgendo persone anche fuori dal territorio.

Quello dell’online rimane però una soluzione con delle limitazioni. In primis non è realizzabile alla lunga per chi pratica sport di squadra, anche se rimane un utile strumento di accompagnamento agli allenamenti in presenza. Infatti un’altra problematica per molte società potrebbe essere quella delle strutture non in grado di gestire orari scaglionati e sanificazioni continue. In generale però l’online è un qualcosa che non può accontentare tutti. Molti non possono sfruttare questa modalità a causa della mancanza di spazi o dalla presenza di famigliari all’interno della propria abitazione. Senza dimenticare chi non possiede gli strumenti tecnologici adeguati o le competenze del caso.

allenarsi in streaming

Gli appuntamenti sportivi nel 2021

Se tornare a praticare sport a livello amatoriale sarà un percorso lungo e lento, lo sport a livello professionistico è già ripreso a pieno ritmo nella seconda metà del 2020. Le novità più importanti sono le Olimpiadi di Tokyo e gli Europei di calcio, i due grandi appuntamenti rinviati l’estate scorsa.

Nel mondo del calcio la Serie A si domanda se il 2021 sarà l’anno per un nuovo padrone dello scudetto, dopo 9 anni di dominio juventino. La formazione di Pirlo è invece chiamata a mettere fine alla caccia alla Champions League che manca ormai dal 1996. A caccia di soddisfazioni europee, stavolta nell’ambito cestistico, è anche l’Olimpia Milano, che cerca un posto nei playoff di Eurolega, senza però dimenticare le ambizioni in campionato con la sfida alla Virtus Bologna di Marco Belinelli. In NBA invece i Los Angeles Lakers cercano il secondo titolo consecutivo, nonostante la concorrenza di molte squadre, dai Clippers ai Nets.

Per quanto riguarda il ciclismo, oltra alle grandi manifestazioni come il Tour de France o il Giro d’Italia, la grande vetrina sarà il mondiale di settembre nelle Fiandre. Per la pallavolo l’appuntamento da non perdere sono gli Europei.

Il 2021 però sarà l’anno degli sport invernali. Ci saranno i Mondiali di Bob, quelli di Skeleton e quelli di Slittino. La kermesse più attesa è quella dei Mondiali di Sci Alpino che si terranno in Italia, a Cortina d’Ampezzo, nel mese di febbraio. Sempre nello stesso mese si terranno anche i Mondiali di Biathlon, dove le aspettative azzurre saranno riposte in Dorothea Wierer, campionessa in carica.

LEGGI ANCHE: 2020, un anno di sport: dal coronavirus alla morte dei grandi campioni

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Il patrimonio di Ibrahimovic: a quanto ammonta la ricchezza dello svedese?

Calciatori più tatuati dai tifosi: la classifica

Leggi anche
Contents.media