Leo Shoes Modena, Giani: “Andiamo a Piacenza per vincere”

Dopo la semifinale conquistata, gli emiliani non vogliono fermarsi.

Andrea Giani, coach della Leo Shoes Modena, ha parlato in vista della semifinale dei Playoff Challenge che avrà luogo giovedì alle 18 a Piacenza.

“Siamo contenti di aver ribaltato la prima parte del girone, abbiamo cominciato con tre sconfitte e per guadagnarci l’accesso alle semifinali sono arrivate altrettante vittorie – ha detto -.

Ora vogliamo giocarci al massimo questa partita a Piacenza, sarà una gara difficile ma c’è tensione ed è un fattore positivo perché continuiamo a giocare. Fin dall’inizio del torneo abbiamo dato spazio ai ragazzi che hanno trovato meno spazio nel corso della stagione. Hanno dato un bel segnale con le loro prestazioni e si sono conquistati meritatamente questa semifinale, è giusto che provino a giocare una sfida così importante in cui il risultato conta.

Vogliamo vincere e disputare una bella partita. L’obiettivo di giocare in una coppa è sempre importante, tutti ci tengono alla qualificazione al di là del fatto che si aggiungano gare alla tua stagione e quindi proveremo ad arrivare fino in fondo a questo torneo. Per quanto riguarda gli obiettivi stagionali, c’è poco da dire. Li abbiamo raggiunti tutti, eccetto questo settimo posto al termine della regular season. E’ comunque difficile fare una valutazione obiettiva, è stata una stagione difficile per chiunque e ognuno ha avuto le sue problematiche.

Nonostante ciò, siamo comunque riusciti a risolvere le difficoltà. Ultima partita al PalaPanini per Petric? Ha vissuto qua stagioni importanti, è un ragazzo amato da tutti ed è un peccato chiudere l’esperienza a Modena senza la presenza dei tifosi che gli hanno comunque dedicato uno striscione bellissimo. E’ una persona straordinaria, al di là dei valori tecnici altrettanto importanti. Sono contento e veramente felice di aver vissuto questi mesi con lui e di aver allenato un atleta del genere”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Franco Nero si ribella: “Basta con la costruzione dal basso”

Binotto: “Non siamo soddisfatti, ma è un buon segno”

Leggi anche
Contents.media