Chi è Israel Adesanya, l’artista delle arti marziali

La storia e il profilo di Israel Adesanya, il fuoriclasse neozelandese che pratica kickboxing, boxe, MMA e ora partecipa alla UFC.

Israel Mobolaji Adesanya è un artista marziale misto nigeriano naturalizzato neozelandese. Combatte nella divisione dei pesi medi per la promozione statunitense UFC. Nel corso della sua carriera si è cimentato in diverse discipline: la kickboxing, per la quale è considerato il numero 6 al mondo, il Muay Thai, la boxe, con cinque match vinti su sei, e infine MMA, con uno score di 82 vittorie, 6 sconfitte e 2 pareggi.

Ma chi è il lottatore originario della Nigeria?

Chi è Israel Adesanya

Adesanya è nato in Nigeria nel 1989 da una famiglia benestante. Nel corso della sua infanzia si è dovuto trasferire diverse volte, prima in Ghana, poi, all’età di 10 anni, con i suoi cari arriva in Nuova Zelanda alla ricerca di un’istruzione migliore. Fin da piccolo, Adesanya ha dimostrato una forte personalità, che lo ha portato ad esprimersi sempre al meglio, anche respingendo le convenzioni sociali che potevano limitarlo.

Durante il periodo del liceo, infatti, il futuro campione non si interessa alle arti marziali, anzi è un appassionato di danza, di anime e manga giapponesi.

Tra la kickboxing e la boxe

Dopo aver festeggiato il suo diciottesimo compleanno, nel 2008, la vita di Adesanya cambia in maniera radicale. Grazie al film “Ong-Bak: Muay Thai Warrior”, si appassiona alla disciplina e inizia a praticarla.

Dopo pochi mesi si trasferisce a Auckland, accasandosi alla “City Kickboxing” del coach Bareman.

Inizia a praticare kickboxing, concludendo il suo percorso da dilettante con un record di 32 vittorie, senza aver subito una sola sconfitta. Nel 2011 si trasferisce in Cina e combatte da professionista.

Nel 2014, il prestigiosissimo evento internazionale Glory lo ingaggia. Adesanya perde il primo incontro, ma due anni dopo vince il torneo dei pesi medi. Nel 2017, non riesce ad aggiudicarsi la cintura, pur vincendo tre tornei “King of the Ring”. Conclude la sua carriera da kickboxer nel 2017, dopo un record di 75 vittorie e 5 sconfitte. In contemporanea pratica anche la boxe, disputa solamente sei incontri, ma ad eccezione della sconfitta iniziale, vince gli altri match.

La sua carriera in MMA

Nel 2009 Adesanya ha tentato l’approccio alla MMA, partendo dal dilettantismo. Infatti, già nel primo incontro, ha mostrato lacune importanti nella lotta. Adesayana ha definito quell’esperienza come “rivelatrice” ed è stata in quell’occasione che ha conosciuto il suo coach attuale. Inizia il suo percorso da protagonista nel MMA a marzo del 2012, raggiungendo in undici anni un record di undici vittorie per KO tecnico consecutive.

chi è israel adesanya

Il contratto con la UFC

Nel 2017 il lottatore di origine nigeriana sigla un contratto con la UFC. Debutta l’anno dopo nell’ottagono con una vittoria per KO tecnico su Rob Wikinson a UFC 221. Due mesi dopo batte l’italiano Marvin Vettori in un match combattuto. Per la prima volta il lottatore non riesce a battere l’avversario prima del limite di tempo.

adesanya e marvin vettori

Attualmente Adesanya è ancora imbattuto in UFC. Sia nel 2018 che nel 2019, il lottatore neozelandese non ha subito alcun KO, anzi è riuscito ad unificare i suoi titoli, vincendo il 6 ottobre del 2019 contro Robert Whittaker per KO tecnico.

Leggi anche: La storia di Conor McGregor: tutto sul campione di MMA

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Martina Trevisan a tutto campo

Mkhitaryan: “Dobbiamo tirare fuori il meglio”

Leggi anche
Contents.media