Benetton Rugby, quattordici Leoni ai saluti

Il club biancoverde ha voluto rendere omaggio a 10 giocatori e 4 membri dello staff che non prenderanno parte alla prossima stagione.

Al termine della partita di Guinness PRO14 Rainbow Cup fra Benetton Rugby e Connacht Rugby, tenutasi a Monigo, è andata in scena la cerimonia di saluto ai 10 giocatori ed ai 4 componenti dello staff che non faranno parte del club in vista della prossima stagione sportiva.

Gli atleti protagonisti della cerimonia sono stati: Alberto Sgarbi, Angelo Esposito, Jayden Hayward, Marco Barbini, Tommaso Allan, Nicola Quaglio, Marco Riccioni, Derrick Appiah, Leonardo Sarto, Charly Trussardi.

E’ stata dunque l’occasione per salutare e ringraziare quattro importanti elementi dello staff che lasceranno La Ghirada: Kieran Crowley, Marius Goosen, Ezio Galon e Nicolò Valerio.

Il Presidente Amerino Zatta ha voluto esprimere la gratitudine della società ai giocatori che lasceranno il club e agli interpreti dello staff tecnico del Benetton Rugby: “Grazie a tutti per il contributo sportivo ed umano fornito durante la permanenza tra le nostre fila.

Tra coloro che non saranno più con noi la prossima stagione, ci sono atleti ed allenatori che hanno trascorso una fetta considerevole della loro carriera vestendo i nostri colori, accompagnando e supportando il club nella sua affermazione in Italia prima ed in Europa dopo. Concentrati adesso sul finale di stagione che ci attende, auguro loro il meglio per un futuro ricco di soddisfazioni”.

Al messaggio del Presidente si aggiunto quello del direttore sportivo biancoverde Antonio Pavanello: “Ringrazio i giocatori ed i componenti dello staff che al termine della stagione lasceranno il club per l’impegno e la professionalità mostrata durante la permanenza in biancoverde.

Con il vostro lavoro, avete contribuito in maniera significativa e determinante alla crescita di questa società ed al raggiungimento di obiettivi storici per l’intero movimento italiano. Infine mi preme rivolgere un pensiero e un ringraziamento particolare a coloro che hanno trascorso veramente molti anni in questo Club, raggiungendo anche il tanto desiderato traguardo delle 100 presenze e riuscendo a vestire sia i panni da giocatore che poi quelli da allenatore”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Mercato Juventus: la prima scelta è Aouar del Lione

Nuovo indizio sul futuro di Sinisa Mihajlovic

Leggi anche
Contents.media