Donadoni: “L’Italia può giocarsela fino in fondo”

L'ex c.t. della nazionale ha parlato del percorso che attende gli azzurri a Euro2020.

L’ex centrocampista del Milan e della Nazionale Roberto Donadoni in un’intervista al Corriere della Sera ha parlato dell’addio di Gianluigi Donnarumma ai rossoneri: “Mi guardo dal giudicare da fuori certe situazioni, Donnarumma ha fatto le sue scelte.

Il Milan ha agito in una maniera più che lecita e rispettabile e, in questo senso, mi trova d’accordo”.

L’ex Azzurro si è espresso così sulla Nazionale di Roberto Mancini: “Mancini sta portando avanti la sua filosofia di gioco, piacevole e gratificante per gli interpreti, i calciatori si divertono nel giocare. Non dobbiamo però caricarli di troppe responsabilità, se siamo bravi a non creare ulteriori pressioni l’Italia può giocarsela fino in fondo”.

“A preoccuparmi sono più le squadre che creano gruppo rispetto a chi ha individualità importanti. L’Italia, da questo punto di vista, non ha nulla da invidiare a nessuno. Ha spirito di squadra e ognuno si sacrifica per la causa. Gli azzurri, finora, mi sono sembrati i più brillanti”.

Elogio particolare a Domenico Berardi: “Negli ultimi anni è maturato molto, mi aspetto continui ad affermarsi, eliminando quegli alti e bassi che lo hanno contraddistinto precedentemente.

Mi auguro riesca a dare continuità alle prestazioni e dimostri di aver imparato a gestire i momenti. Berardi ha mezzi tecnici importanti: sa creare la superiorità, può fare la differenza”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Venezia e Brescia sulle tracce di Raphael Gaspardo

Peter Sagan: “Il mio futuro non dipende dai risultati del Tour”

Leggi anche
Contents.media