Chi è Anna Bongiorni: curiosità e carriera della velocista

Tutto quello che c'è da sapere su Anna Bongiorni, velocista italiana a Tokyo 2020.

Il 23 luglio, con un anno di ritardo, prenderanno ufficialmente il via i Giochi Olimpici di Tokyo 2021. La delegazione italiana, in occasione della XXXII Olimpiade, dovrebbe essere composta da circa 300 atleti, un numero storico. Tra di essi, la velocissima Anna Bongiorni, capace di correre i 100 metri in 11″ e 27 centesimi.

Ma chi è Anna Bongiorni, la donna più veloce d’Italia?

Chi è Anna Bongiorni

Nata a Pisa, il 15 settembre del 1993, Anna Bongiorni inizia a correre fin da piccolissima. Figlia del velocista Giovanni Bongiorni, Anna conquista i primi titoli nazionali giovanili all’età di 14 anni. Dopo due vittorie nella staffetta, ottiene il primo riconoscimento individuale nei 300 hs.

A partire dal 2009, la velocista comincia a far parlare di sé anche all’estero.

Risalgono a quel periodo, infatti, i suoi primi titoli internazionali. A spiccare, in particolare, un oro con la staffetta svedese ed un argento nei 100 metri alle Gymnasiadi di Doha (Qatar).

Il salto di qualità

Divenuta Agente della Forestale, Anna Bongiorni comincia a inanellare un successo dietro l’altro a partire dal 2013. Nel corso di quell’anno, infatti, sono 4 le medaglie nazionali portate a casa dalla velocista toscana: argento con la 4 x 200 m (indoor assoluti), bronzo sui 200 m e argento con la 4 x 400 m (campionati nazionali universitari), e bronzo sui 100 m (italiani promesse).

Il primo oro arriverà l’anno successivo, con la staffetta 4 x 400 m agli italiani indoor. Una menzione d’onore, inoltre, la merita l’accoppiata di medaglie d’argento vinte nel 2015 agli Europei under 23 di Tallin, in Estonia. I due titoli, in quell’occasione, furono rispettivamente nei 100 m e nei 200m. Allo stesso periodo di tempo risalgono – tra i vari riconoscimenti conseguiti – il titolo assoluto italiano con la staffetta 4 x 100 m (assoluti di Torino) e un argento sui 100 m, per un totale di 8 medaglie su nove finali corse.

È del 2017, invece, la miglior prestazione di Anna sui 60 m indoor. Una distanza che la velocista di Pisa, in occasione degli indoor italiani di Ancona, si divorò in soli 7″ e 26 centesimi. Un’autentica freccia, insomma!

Verso Tokyo 2020

Il 26 giugno ha ottenuto la miglior prestazione di sempre nei 100 metri. Sulla pista di atletica di Rovereto, l’atleta italiana – che in occasione di Tokyo 2020 parteciperà per la prima volta nella sua vita alle Olimpiadi – ha infranto il proprio record precedente, laureandosi campionessa italiana. Il tempo che la velocista ha impiegato per percorrere quella distanza, nella fattispecie, è stato di 11″ e 27.

La ragazza, non potendo contenere la propria gioia, si è espressa così sul proprio profilo Instagram: “7 anni fa sono venuta a vedere i campionati italiani su questa pista da infortunata e per la prima volta nella mia vita ho pensato di smettere. Oggi, sulla stessa pista, ho vinto il mio primo campionato italiano assoluto outdoor col nuovo pb di 11.27”. Il suo record precedente, nei 100 m, era di appena un centesimo in più: 11″ e 28!

Alle Olimpiadi di Tokyo, pertanto, Anna Bongiorni si presenterà in gran forma, pronta, ancora una volta, a stupire tutti quanti. A partire da se stessa.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Gerard Moreno: “Nessuna paura dell’Italia”

Euro 2020, Italia-Spagna: dove e quando vederla in TV

Leggi anche
Contents.media