Cipressa: “Mi fa male che nessuno sia venuto a parlarmi”

Le parole del ct della nazionale di fioretto dopo il flop giapponese.

Andrea Cipressa, ct del fioretto, non si aspettava una così evidente presa di posizione da parte dei fiorettisti che hanno chiesto la sua rimozione in quanto “inadatto”, dopo il flop di Tokyo: “Devo ammettere che sono giorni difficili e che per il sottoscritto è altrettanto difficile accettare non tanto i contenuti di certe critiche, quanto i toni – le parole del ct al Corriere del Veneto -.

Mai mi sarei aspettato di leggere certe parole nei miei confronti da parte dei ragazzi con cui ho condiviso gioie e dolori da quanto sono ct azzurro”.

“Mi fa male che nessuno sia venuto a parlarmi, a dirmi in faccia certe cose. Fra uomini di solito si fa così. Uno può avere un’opinione negativa del sottoscritto, ma certamente esprimerla in quel modo in un comunicato l’ho trovato davvero avvilente” ha proseguito Cipressa.

“Ho rimesso il mandato nei confronti del presidente federale. Deciderà lui cosa fare e come comportarsi nei miei confronti! C’è qualche interesse dietro all’attacco. Sinceramente penso male, ma se si riferisce a Stefano Cerioni, le smentisco nella maniera più assoluta che sia coinvolto. Mi ha telefonato personalmente e peraltro sta per firmare con un’altra federazione. Sarà lui poi a comunicare con chi. Quello che mi ha fatto piacere è che mi abbia ribadito la sua stima e la sua vicinanza.

Siamo amici da tempo e questo mi ha fatto molto piacere” ha chiosato.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Francesca Sofia Novello e la dedica a Valentino Rossi

Messi: “Questo è un arrivederci”

Leggi anche
Contents.media