Marcell Jacobs e il vincente triangolo della salute

Le dichiarazioni del chiropratico che collabora con il Coni e con Jacobs.

Ogni sportivo di successo ha alle spalle una moltitudine di professionisti a cui deve, in parte, le sue vittorie. Arrivare ad una competizione sportiva in piena forma è uno degli obbiettivi principali per tutti gli atleti e, per farlo, hanno bisogno di specialisti di vari settori.

È il caso di Marcell Jacobs e il chiropratico che collabora con lui e con il Coni a partire dal 2016: Renaud Dejean.

“Due anni fa il direttore sanitario dell’ente mi ha chiesto di aiutare Marcell perché soffriva di mal di schiena.

Da allora lo vedo tutte le settimane con pause dovute ai suoi viaggi” ha dichiarato Dejean a La Gazzetta dello Sport.

Il chiropratico ha poi aggiunto: “Il segreto del suo trionfo a Tokyo 2020 per noi chiropratici è evidente ed è alla base della filosofia chiropratica: il triangolo della salute.

Ovvero per ottimizzare il mio benessere, devo equilibrare i tre lati del triangolo costituito dalla biomeccanica, dalla biochimica, e dall’assetto mentale. Quest’anno Marcell ha deciso di perfezionare il suo triangolo della salute: la sua biomeccanica la fa seguire da un chiropratico e da un fisioterapista; ha seguito una dieta con estrema disciplina (cura della biochimica) e si è affidato a una mental coach per il terzo lato del triangolo.

Tutto questo ha permesso al suo straordinario coach Paolo Camossi di sfruttare il suo programma di allenamento al meglio (con pochissimi giorni d’infortunio). Risultato: 2 Medaglie d’oro alle Olimpiadi 100m e 4×100. In 5 gare, 5 record italiani e 2 titoli europei. Strepitoso”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Papu Gomez: “Non pensavo di finire in Spagna”

Stefano Garzelli: “Ottima stagione per il ciclismo italiano”

Leggi anche
Contents.media