Pallacanestro Biella, arriva TJ Cromer

Dopo Steven Davis, per i rossoblù un altro americano: si tratta dell'esterno classe 1995 ex Udine.

Pallacanestro Biella annuncia l’ingaggio di TJ Cromer, il secondo giocatore statunitense a disposizione di coach Andrea Zanchi per la stagione 2021/22 dopo Steven Davis. L’esterno nato ad Albany (Georgia) il 22 giugno 1995, 196 centimetri per 90 chili, è uscito dalla East Tennessee State dove ha dimostrato tutte le sue doti da realizzatore, chiudendo con 19 punti di media la sua ultima annata universitaria.

Successivamente Cromer è arrivato in Europa, prima in Bosnia al Siroki (16,1 punti a partita) e poi in Ucraina al Kharkov (22,9 punti di media). Nell’estate 2019 approda in Italia per iniziare la sua avventura con la APU Udine, viaggiando a 16 punti di media con la maglia dei friulani, oltre a 4 rimbalzi e 4 assist amatch. Nell’ultima stagione, a causa dell’emergenza sanitaria, è rimasto inattivo preferendo rimanere negli Stati Uniti con la sua famiglia, ma ora è pronto a tornare in Italia per iniziare l’esperienza in rossoblù.

Tiratore affidabile dall’arco, penetratore e costruttore di gioco, capace di mettere in ritmo i compagni, Cromer è una scelta importante per Pallacanestro Biella, come dichiara il general manager biellese Damiano Olla: “TJ è un giocatore che abbiamo voluto fortemente. Per l’evoluzione che ha avuto la costruzione del nostro roster è il giocatore giusto per alzare il livello. Siamo felici che abbia accettato la nostra proposta tecnica e il progetto nel suo insieme”.

“TJ Cromer è il profilo del giocatore che stavamo cercando”, aggiunge coach Andrea Zanchi. “E’ in grado di giocare nelle posizioni di playmaker e guardia, ha punti nelle mani e ha già avuto esperienze estremamente positive in Europa e in Italia, quindi conosce bene il nostro campionato e questo è un dettaglio da non sottovalutare. Ha energia e dinamismo, è una persona positiva e solare, un grande lavoratore. Quando ha avuto il primo colloquio con noi ha subito accettato il nostro progetto nella sua totalità, tanto era il suo desiderio di tornare in Italia. L’anno scorso ha avuto offerte importanti nei principali campionati europei, ma con la pandemia non ha voluto accettarle. Siamo contenti di averlo con noi, insieme a Steven forma una coppia di americani ben assortita. Visto il momento, posso dire che abbiamo fatto un buon lavoro. Ora dobbiamo attendere solamente qualche giorno prima di iniziare a lavorare”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Canoa velocità, due barche azzurre in semifinale

Milan, spunta l’ipotesi Ramsey

Leggi anche
Contents.media