La storia del Pallone d’oro: dalla nascita a oggi

La storia del pallone d'oro: da quando era destinato ai soli giocatori europei alla sua diffusione a livello mondiale.

Il Pallone d’oro è uno dei premi più importanti che esiste in ambito calcistico. È stato istituito nel 1956 dalla rivista francese France Football e il premio viene assegnato al calciatore che giocato meglio nella stagione solare.

La storia del Pallone d’Oro

Il Pallone d’oro, in francese Ballon d’or, è stato istituito nel 1956 dalla rivista francese France Football, per opera del giornalista Gabriel Hanot e in seconda battuta da altri colleghi. L’intento originario del premio era quello di eleggere il migliore calciatore europeo della passata stagione, poi cambiato nel corso degli anni. Il primo a vincerlo fu l’inglese Stanley Matthews, giocatore del Blackpool.

Da quando è stato creato fino al 1994 si è deciso di assegnare il premio al calciatore che avesse avuto la cittadinanza europea.

Rari i casi di oriundi, come i tre rispettivamente per Alfredo Di Stefano (nazionalità spagnola acquisita) nel 1957 e 1959 e Omar Sivori (di nazionalità italiana acquisita) nel 1961.

Nonostante tutte queste limitazioni il premio riuscì a conquistare l’ambizione dei più forti calciatori della storia. Johan Cruyff, Marco Van Basten e Michel Platini per citarne alcuni.

michel platini pallone d'oro

Storica fu l’edizione del 1963, quella vinta da Jašin, unico portiere a riuscirvi. Tra gli italiani ci sono quattro nomi che si possono trovare nell’albo d’oro: Gianni Rivera (1969), Paolo Rossi (1982), Roberto Baggio (1993), Fabio Cannavaro (2006)

cannavaro pallone d'oro

Dal 1995 il premio venne assegnato anche a giocatori fuori dall’Unione Europea. Il primo a riceverlo fu George Weah, all’epoca attaccante del Milan. Due anni più tardi toccò a Luis Nazario da Lima, in arte Ronaldo.

ronaldo pallone d'oro

Poi ci fu un’aspra contesa tra la FIFA che, nel frattempo, aveva istituito un premio differente come il FIFA World Player of the Years nei quali i voti venivano espressi da commissari tecnici e capitani di ciascuna nazionale di calcio. Il Pallone d’Oro, invece, eleggeva il proprio giocatore numero uno sulla base di voti di stampo giornalistico.

Nel 2010 ci fu l’unione dei due premi, con la nascita del Pallone d’Oro FIFA, ma il trofeo non ricevette un’accoglienza positiva e quindi ci fu un lento e graduale ritorno alle origini. Il premio, dato dall’unione dei voti di giornalisti sportivi, tecnici e capitani delle nazionali, non venne considerato affidabile. C’erano questioni più legate al marketing e al richiamo mediatico più che alle effettive doti dell’atleta.

Nel 2016 ci fu un ritorno alle origini. Il Pallone d’Oro tornò ad essere assegnato dai giornalisti sportivi, mentre la FIFA con il The Best FIFA Men’s Player si rinnovò rispetto al FIFA World Player of the Year. Nel 2018 France Football istituì nuovi premi come il Pallone d’Oro femminile riservato alla migliore calciatrice del mondo, il trofeo Kopa per il miglior Under 21, il trofeo Jašin riservato al miglior portiere del mondo. A causa del Covid l’edizione 2020 del Pallone d’Oro non verrà assegnata.

LEGGI ANCHE: Storia della Scarpa d’Oro: com’è nato?

Scritto da Lorenzo Carrega
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come personalizzare un programma di allenamento: i consigli

Prandelli col Covid, Fiorentina in bolla

Leggi anche
Contents.media