I calciatori allenati dal padre: quando tuo figlio ti chiama Mister

Maldini, Zidane, Mancini: questi campioni hanno tutti in comune la stessa cosa, essere stati allenatori dei propri figli.

Nel mondo dello sport sono numerosi i casi in cui parenti si ritrovano nella stessa squadra. Nel calcio è capitato diverse volte che alcuni papà dovessero allenare i propri figli. Una situazione delicata, soprattutto per l’equilibrio all’interno dello spogliatoio, ma che spesso volentieri ha regalato grandi emozioni a quei calciatori che sono stati allenati dal proprio padre.

I calciatori allenati dal padre

Mister o Papà? Questa domanda se la saranno fatta spesso quei calciatori che sono stati allenati dal proprio padre. Nel calcio italiano il precedente più recente è quello di Andrea Mandorlini, per anni allenatore in Serie A, che al Padova ha ritrovato suo figlio Matteo.

La coppia più famosa, per via delle fortune ottenute sul campo, è quella di Cesare e Paolo Maldini. Entrambi sono stati leggende del Milan, di cui sono stati capitani.

I due si sono ritrovati nel biennio 1996-1998 in Nazionale, diventando la prima coppa padre-figlio della storia degli azzurri. I Maldini hanno avuto anche una breve parentesi al Milan, quando Cesare ne divenne allenatore. Nonostante la breve parentesi, quel periodo rimarrà nella storia per la vittoria per 6-0 nel Derby di Milano.

Chi ha fatto addirittura una doppia esperienza coi propri figli è stato Zinedine Zidane. Allenatore del Real Madrid, con cui ha vinto ben tre Champions League, ha fatto esordire sia Enzo che Luca.

Entrambi però non hanno dimostrato di avere il talento del padre per riuscire a emergere in un top club del genere.

figlio zidane

C’è chi invece questa emozione l’ha potuta vivere solo per pochi istanti, come nel caso di Filippo Mancini che nel 2008 giocò solo 7 minuti nell’unica apparizione all’Inter sotto la guida di papà Roberto. Meno fortunato è stato invece il figlio Andrea: pur avendo seguito il padre coi nerazzurri e al Manchester City, non ha mai provato la gioia dell’esordio.

Non sempre invece i padri hanno voluto allenare i propri figli. Questo è il caso di Eusebio di Francesco e Alberto De Rossi che hanno sempre rifiutato questa possibilità.

La storia di Chico Conçeicao

All’estero sono numerosi e frequenti gli episodi di calciatori allenati dal padre. Alex Ferguson, storico allenatore del Manchester United, ha allenato suo figlio per quattro stagioni dal 1990 al 1994. Questa sorte è toccata anche ad ex conoscenze del calcio italiano. Come Michael Bradley, ex Roma, che si ritrovò il padre come CT della Nazionale USA; oppure a Yoann Gourcuff, campione d’Europa col Milan nel 2007, che nel 2017 al Rennes è stato allenato da papà Christian.

Nel 2021 la storia dei rapporti tra padre e figlio nella stessa squadra si è arricchita di un altro capitolo. Nel campionato portoghese Sergio Conçeicao, allenatore del Porto, ha fatto esordire suo figlio Chico nel derby contro il Boavista. Quindici minuti davvero emozionanti per il classe 2002 in grado di procurarsi un calcio di rigore, poi sbagliato dal compagno di squadra. Chico inoltre è stato capace anche di realizzare una rete, che ha voluto celebrare andando ad abbracciare il padre, visibilmente commosso. Poco importa se poi il gol è stato annullato dal Var, quel momento emozionante rimarrà per sempre nella storia della famiglia Conçeicao.

Centrocampista come papà Sergio, Francisco è un mancino con spiccate dosi offensive. Dopo aver giocato nelle giovanili dello Sporting Lisbona, è approdato ai dragoni nel 2019, anche grazie alla presenza del padre sulla panchina della prima squadra. Messosi in luce con la squadra B del Porto, è considerato uno dei talenti più interessanti del campionato portoghese.

LEGGI ANCHE: I più grandi litigi tra allenatori e calciatori: da Totti a Dzeko

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Favola Karatsev: il numero 114 in semifinale di uno Slam

Alfredo Martini: si celebra un importante anniversario

Leggi anche
Contents.media