Conte avverte Gasperini: “Abbiamo studiato l’Atalanta”

"Sarà una sfida di difficoltà alta".

Alla vigilia della gara con l’Atalanta Antonio Conte ha dichiarato: “Continuo a pensare e penso che si possa vincere con la squadra, l’organizzazione e questa deve esaltare il singolo che viene messo dentro un meccanismo e mettendolo nelle migliori condizioni.

Per noi è importante la squadra e ci sono i singoli che stanno crescendo e devono crescere se vogliamo avere l’ambizione di farlo. Abbiamo studiato l’Atalanta e visto determinate situazioni, questa è la quarta partita che faccio da quando sono all’Inter, ci conosciamo entrambi, sarà una sfida di difficoltà alta e ci aspettiamo anche noi delle difficoltà dove dovremo essere bravi ad essere resilienti a rispondere nella fase di possesso”.

“C’è un dato di fatto, io ho un contratto per un altro anno e in questo momento noi tutti dobbiamo essere concentrati sul presente e non dobbiamo distrarci su altri argomenti. Quello che accadrà all’esterno non deve influire, dobbiamo pensare al presente fino a fine stagione. Capisco anche si voglia cercare di parlare di altro ma noi dobbiamo esser focalizzati al presente e il futuro è da qui a fine stagione.

Dobbiamo dimostrare di aver riportato l’Inter ai suoi livelli, vedremo poi cosa accadrà”.

“Se sarà la più difficile non lo so, sicuramente è tra le più difficili. Affrontiamo una squadra che crea grandi difficoltà hanno consapevolezza, autostima e giocatori forti non solo nell’undici iniziale. Penso a Muriel che è partito tante volte dalla panchina e da subentrato ha risolto gare complicate. Gasperini sta facendo un lavoro straordinario in un ambiente giusto e sono contento per lui e per l’Atalanta che ho allenato, anche se per poco” ha concluso Conte.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tassotti: “Il Milan è una squadra sbarazzina”

Pozzecco fermato da Varese: ecco le sue parole

Leggi anche
Contents.media