Moratti: “Cristiano Ronaldo era da espellere”

L'ex presidente dell'Inter ha parlato del contatto tra il portoghese e Cragno.

Nella sfida contro il Cagliari, Cristiano Ronaldo si è reso protagonista, insieme ad Alessio Cragno, di un brutto scontro: il portoghese ha allungato la gamba per cercare di intercettare il pallone ma ha centrato in pieno il portiere degli isolani. Secondo Massimo Moratti CR7 era da espellere: “Ronaldo non è un calciatore cattivo, lo scontro è stato accidentale, però era un intervento da cartellino rosso” ha detto a Radio Kiss Kiss Napoli.

Sullo scudetto: “Con il risultato di ieri l’Inter ha acquisito un buon vantaggio. Il Napoli ha meritato la vittoria sul Milan, rientrando a pieno merito nella corsa per la Champions League, ma la scaramanzia è d’obbligo nel calcio e quindi meglio non dire nulla. Comunque credo che l’Inter possa amministrare il vantaggio perché la Juventus ha sì una gara in meno, ma ce l’ha proprio con il Napoli”.

In chiusura Massimo Moratti ha svelato un retroscena di mercato che coinvolge proprio il club partenopeo: “Ricordo la trattativa sfumata per Hamsik, quando telefonai a De Laurentiis e mi disse che non lo avrebbe venduto.

Fu un errore nostro non prenderlo quando era al Brescia, ma anche Lavezzi era un gran bel calciatore”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Cosa mangia Romelu Lukaku per mantenersi in forma

Tennis, Zverev critica il ranking Atp

Leggi anche
Contents.media