Capello: “A Pirlo è mancato il percorso di formazione”

"Si è dovuto arrangiare da solo, è stata una full immersion pesante".

Ai microfoni del Corriere dello Sport Fabio Capello ha elencato i migliori tecnici italiani attualmente in serie A a parer suo: “Conte, Gasperini che è ’unico con la mentalità europea. E quello dell’Udinese, Gotti, che non vuole fare il fenomeno, esprime un calcio che rispetta il materiale che gli hanno dato… Lo scudetto, Conte l’ha vinto il giorno in cui il Milan ha perso a Spezia”.

Su Pirlo: “Gli è mancato il percorso di formazione, s’è dovuto arrangiare da solo nei primi tre mesi. La sua è stata una full immersion pesante ma che ha affrontato consapevolmente. Dicevo di Gotti: al contrario di Pirlo, si è fatto le ossa come secondo di Donadoni e Sarri. L’esperienza è un valore, aiuta a ridurre il numero degli errori, favorisce l’intuizione”.

“Non è un problema di guida, ma di materiale tecnico. Di qualità. Da noi i campioni trentottenni e quarantenni fanno la differenza, il peso specifico di Ronaldo, Ibra, Ribery, Palacio, Chiellini è ancora notevole, vorrà pur dire qualcosa? Ai corsi per allenatori dovrebbero invitare Klopp, Mourinho, i migliori, e tornare alla tecnica di base.

Ma è un discorso che meriterebbe uno sviluppo più articolato e tanto, tanto spazio in più” ha concluso Capello.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Mercato Juventus: torna di moda lo scambio Pogba-Dybala

Rosberg sulla Ferrari: “Nel 2020 un passo indietro enorme”

Leggi anche
Contents.media