Dalot: “Ibra un papà, Bennacer mi ha impressionato più di tutti”

"Ha un'incredibile capacità di usare il suo corpo con intensità, aggressività e qualità. E ha un sinistro fantastico".

Raggiunto da ‘O Jogo’, Diago Dalot ha parlato anche di Ibrahimovic: “E’ il padre di tutti. Ci sono poche cose che non possiamo imparare da lui. Tutto quello che fa, il modo in cui affronta le partite, l’allenamento, la preparazione all’allenamento, il post-allenamento ogni giorno: è incredibile, è come se avesse 20 anni.

Se a 39 anni, con quello che hai vinto, con tutto quello che hai fatto, mantieni questa fame e convinzione di giocare, io, che sto iniziando la mia carriera, che voglio giocare al suo livello, vincere quello che ha vinto lui, giocare le partite che ha giocato, non dovrei pensare allo stesso modo? Fuori dal campo è esattamente la stessa persona che è dentro. È una persona normale, ama giocare, stare con i suoi compagni, parlare.

E poi c’è il lato Zlatan. Detto così è perfetto, perché tutti capiranno. Quel lato che solo lui ha. È difficile per qualcuno essere come lui”.

Su Bennacer: “Mi ha impressionato più di tutti. Lo conoscevo già, ma sono rimasto colpito dopo essermi allenato e aver giocato con lui. È fantastico per il suo corpo, perché tutti conosciamo il pregiudizio che esiste oggi con i giocatori della sua statura, ma ha un’incredibile capacità di usare il suo corpo con intensità, aggressività e qualità.

E ha un sinistro fantastico. Spero che un giorno diventi uno dei migliori giocatori del mondo, ha tutto per farlo”.

Chiosa sul suo futuro: “Non è il momento di decidere, non ha senso nemmeno pensare a come andranno a finire le cose. Voglio mantenere la stessa linea di pensiero che ho avuto finora, che è concentrarmi sul Milan, per poter giocare e per poter aiutare la squadra fino alla fine della stagione. Poi vedremo, a seconda di ciò che è meglio per tutte le parti. Da quando sono arrivato non c’è stata una partita in cui non fossi disponibile. Fisicamente ero pronto, questo per me vale molto, soprattutto rispetto all’anno scorso, quando purtroppo ho avuto due infortuni”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Europei Under21, Repubblica Ceca-Italia: dove vederla in TV

Parigi-Roubaix a rischio: ecco i possibili scenari

Leggi anche
Contents.media