Ritorno alla Juventus, parla Pjanic

"Non ho firmato per andarmene dopo un anno, però chiedo a Koeman di poter giocare".

Raggiunto dal Mundo Deportivo, Miralem Pjanic ha parlato del complicato momento che sta passando a Barcellona: “Da anni era mia intenzione venire qua e voglio vincere qua la Champions. Non ho firmato per andarmene l’anno seguente, però chiedo a Koeman di poter giocare 2-3 gare di fila per mostrare il mio calcio, ma non mi arrendo e continuo a lavorare”.

“Quest’anno voglio aiutare la squadra a vincere Liga e Coppa del Re, questa è la mia mentalità. Non mi arrendo mai. Se non gioco, la mattina dopo mi alleno più duramente che mai in modo che gli allenatori si accorgano che non mi arrendo. Non ho smesso di allenarmi un solo giorno, anche se sono arrivato più tardi a causa del Covid-19. Quando ho iniziato con i sintomi, non potevo crederci…

Koeman mi ha detto in pre-season di stare calmo, di rimettermi in forma, di non avere fretta. Poi è stato difficile per me entrare. Koeman non parla molto ai giocatori, quindi quello che devo fare è continuare a lavorare per essere pronto quando ha bisogno di me”.

Chiosa sul rapporto con Messi: “Spettacolare. Leo mi parla molto, mi spiega cose sull’ambiente che all’inizio mi sfuggivano. Mi ha tenuto d’occhio sin dal primo momento, incoraggiandomi, aiutandomi.

Spettacolare. Come calciatore, non ne vedremo mai un altro come questo. Non so cosa farà ma vorrei stare al suo fianco per tanti anni”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ripescaggio in A, Gianni Petrucci chiarisce

Trento, Lorenzetti sfida Civitanova

Leggi anche
Contents.media