Chi è Chaka Traoré, il sedicenne ivoriano del Parma

Sedici anni compiuti da poco e tutte le carte in regola per crescere nella massima serie italiana. Chi è Chaka Traoré, new entry di D'Aversa?

Il Parma di D’Aversa rilancia la propria fiducia nei giovanissimi: dopo il debutto di Daan Dierckx (classe 2003), arriva l’esordio in serie A di un altro enfant prodige. Chi è Chaka Traoré, esterno destro del Parma?

Chi è Chaka Traoré

Ivoriano classe 2004, Chaka Traoré è sceso per la prima volta in un campo di Serie A lo scorso 10 aprile contro il Milan. Aveva già fatto il suo debutto in Coppa Italia il 21 gennaio, entrando nei minuti di recupero dell’ottavo di finale Lazio-Parma. Al di là del risultato finale di 2-1 e l’eliminazione degli emiliani, D’Aversa aveva dimostrato anche in quell’occasione di confidare nelle nuove leve.

Assieme a Traoré, sul campo ci sono il centrocampista Drissa Camara e lo stopper Daan Dierckx, rispettivamente classe 2002 e 2003.

Proprio il difensore olandese Daan Dierckx dal 17 gennaio 2021 deteneva il record come giocatore più giovane ad aver debuttato in Serie A. Record ora strappatogli dal compagno Chaka Traoré, con i suoi sedici anni e tre mesi. Dopo la gavetta nella primavera del Parma e nelle nazionali giovanili, il mister D’Aversa sembra dare ora la giusta ricompensa al giovane.

Nei prossimi anni il Parma, dopo l’indimenticato Gervinho, potrebbe godersi un altro grande talento di origini ivoriane.

LEGGI ANCHE: Chi è Paulo Dybala: tutto sul centravanti argentino

Chi è Chaka Traoré

Nato in Costa d’Avorio, la storia di Chaka non è priva di intoppi. Giunge in Italia praticamente accompagnato da una denuncia dell’ex procuratore, poiché non accompagnato da tutore legale. Inoltre, i certificato di nascita sono falsi: fino ai tredici anni porta infatti il falso cognome “Cissé”. Conseguentemente affidato ai servizi sociali, gioca per 6 mesi in una società dilettantistica locale, l’Audace, dove lo scova il Parma nel 2009 insieme all’altro promettente Drissa Camara (già aggregato alla prima squadra).

All’inizio della scorsa stagione, entra nella squadra U17 del mister Claudio Gabetta, Traoré si è reso artefice di un grande “Memorial Miguel Vitulano”, dove è stato premiato miglior giocatore della manifestazione (vinta proprio dal Parma). In quello spezzone di stagione, prima del blocco dei campionati giovanili dovuto alla pandemia, Chaka ha messo a segno la bellezza di 11 gol e 5 assist, regalando continuamente giocate d’alta scuola.

Quest’anno parrebbe dunque essere quello della definitiva consacrazione per la “nuova” ala del Parma. Non eccessivamente alto (1,75), con una buona preparazione atletica per irrobustire la parte superiore, tuttavia, il numero 35 può aspirare a fare la differenza nel team emiliano. Veloce e scaltro, sfrutta al massimo il destro su entrambe le fasce: sia su quella d’elezione, sia come esterno sinistro “a piede invertito”.

LEGGI ANCHE: Chi era Jesse Owens, l’atleta che sconfisse il regime nazista

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Le sensazioni di Alonso in vista di Imola

David Cournooh ha le idee chiare

Leggi anche
Contents.media